L’insegnante medio italiano è donna, sui 50 anni. Under 40 in aumento grazie a ruoli da concorsi

di Giulia Boffa
ipsef

item-thumbnail

L’organico degli insegnanti in questo nuovo anno scolastico raggiungerà il livello record di 762mila posti, ma la media dell’età è ancora alta, nonostante le immissioni in ruolo di giovani dall’ultimo concorso.

Nel 2016/2107, secondo i dati del Miur, l’età media dei professori italiani è di 51,2 anni, in aumento rispetto ai 50,7 anni del 2015/2016, dove per la prima volta era scesa di 6 mesi per effetto della Buona Scuola – nel 2014/2015 l’età media dei docenti toccava 51,1 anni.

I docenti con più di 50 anni superano di gran lunga il 50% dell’organico: nella scuola media sfioriamo il 60%, alle superiori quasi il 70 per cento.

La media Ocse è del 34% di insegnanti over50 alle medie, 38% alle superiori, quasi la metà della nostra; in Francia i professori over50 alle scuole medie sono il 37%, il 38% alle superiori. Nel Regno Unito, le due percentuali sono, rispettivamente, 21 e 28 per cento. In Germania alle medie un prof su due è over50, alle superiori il 43 per cento.

Gli insegnanti sotto i 30 anni sono appena 5.500, di cui quasi 2.900 nella scuola primaria; sono comunque in aumento, erano infatti 2.987 nel 2014/2015.

Gli under40 sono circa 71.400. Anche qui in crescita: nel 2014/2015, prima della legge 107, erano 60.694. I prof sotto i 40 anni sono attualmente meno del 10% dei complessivi 738mila docenti a tempo indeterminato (dato precedente al 2016/17) di cui l’82,6% donne – a fronte di una media Ocse intorno al 68% alle medie, 58% alle superiori.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione