Organici dirigenti scolastici, incontro tra il Ministero e i sindacati

WhatsApp
Telegram

Riunione al Ministero in merito alle dotazioni organiche dei dirigenti scolastici per l’a.s. 2022/2023.  Secondo quanto segnala la Cisl Scuola, ci sono due punti, nella bozza di decreto, che meritano l’attenzione.

Il primo è il mancato raggiunto accordo in sede di Conferenza Unificata circa criteri di dimensionamento scolastico, per cui non è stato possibile procedere all’adozione del previsto decreto interministeriale, cosicché le Regioni hanno anche quest’anno proceduto autonomamente. Si tratta di un nodo irrisolto e che si trascina da anni.

Il riferimento rigido al numero di alunni per istituzione scolastica ha come effetto il depauperamento delle aree interne, di territori montani o delle piccole isole, condannando le relative istituzioni scolastiche a periodi infiniti di reggenza.

Il secondo punto di attenzione, inserito nelle premesse della bozza di decreto, è invece riferito agli effetti della proroga biennale della modifica dei parametri di dimensionamento già prevista nella legge di bilancio 2021.

Nelle premesse si cita la relazione tecnica di accompagnamento secondo la quale la normativa richiamata impedisce il corrispondente incremento delle facoltà assunzionali.

La bozza di decreto ministeriale tuttavia ne estende esplicitamente gli effetti anche ai trasferimenti interregionali, sicché questi posti non risultano disponibili né per le assunzioni, né per la mobilità interregionale, nonostante la legge di bilancio rechi uno stanziamento di 40,84 milioni di euro per l’anno 2022, di 45,83 milioni per l’anno 2023 e di 37,2 milioni di euro per l’anno 2024.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo. Solo poche settimane per prepararti. Non perderti gli incontri interattivi di Eurosofia