Organici ATA 2017/18, confermati tagli legge stabilità 2015. Sindacati: necessario incontro politico

Stampa

Nella giornata di ieri, Miur e sindacati hanno chiuso la trattativa relativa agli organici ATA per l’a.s. 2017/18.

Nonostante la completezza e chiarezza dell’informativa, i sindacati hanno espresso tutta la loro insoddisfazione per i “numeri”.

Il Miur, infatti, ha confermato la dotazione organica, il cui tetto è stabilito per legge, confermando anche la riduzione dei 2020 posti, prevista dalla legge di stabilità per il 2015.

I sindacati, alla luce delle gravose e numerose incombenze che gravano sul personale ATA, ritengono del tutto inadeguato l’organico per l’a.s. 2017/18. Pertanto, hanno chiesto un incontro politico, finalizzato a:

  • adeguare le dotazioni organiche;
  • superare i divieti relativi alle supplenze;
  • bandire il concorso per DSGA;
  • semplificare l’attività delle segreterie.

 

Organici ATA, Cisl: insufficienti, necessario confronto politico

L’unica nota positiva è il recupero di “79 posti in organico di DSGA che il MIUR proverà ad assegnare al profilo degli Assistenti Amministrativi, fermo restando che questa proposta dovrà essere autorizzata dal MEF”.

Come comunica la Flc Cgil, l’organico ATA per il prossimo anno scolastico dovrebbe essere così costituito:

DSGA                     7.993
AA                          46.822 + 79 = 46.901
AT                          16.175
CS                           131.143
PROFILI VARI        1.322

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!