Organici 2017/18, condizioni per variare classe concorso potenziamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

E’ possibile cambiare le classi di concorso di potenziamento? Quali sono le condizioni e i vincoli da rispettare per poter procedere alla suddetta variazione?

La risposta è positiva, ossia è possibile procedere alla variazione della/e classe/i di concorso di potenziamento, purché ricorra una delle due seguenti condizioni, come chiarito anche da una nota dell’ATP di Torino:

– il posto di potenziamento deve essere vacante e disponibile, quindi privo di titolare;

– in presenza di pensionamento dal 1° settembre 2017, il cui posto possa
essere coperto dal docente di potenziamento titolare della medesima
classe di concorso;

 

La condizione principale, dunque, è che il posto sia vacante e disponibile, anche a partire dal prossimo primo settembre in seguito a pensionamento.

L’ATP suddetto ha riportato anche uno specifico esempio:

 potenziamento assegnato sulla classe di concorso A030; nella medesima scuola si riscontra un pensionamento di un docente sulla classe di concorso A030, il docente titolare sul potenziamento viene assorbito sul posto curriculare, il posto di potenziamento di tale classe di concorso si renderà vacante e disponibile dal 1 settembre 2017, quindi si può chiedere adesso la variazione della classe di concorso di potenziamento da A030 ad altra classe di concorso.
Nel caso di pensionamento, dunque, il posto curricolare viene assorbito dal docente di potenziamento e il posto lasciato libero da quest’ultimo può essere oggetto di richiesta di variazione.
Oltre alle condizioni suddette, aggiungiamo noi, bisogna evitare, a livello regionale, situazioni di eccessivo squilibrio e, soprattutto, situazioni di esubero. Ne abbiamo parlato in Organico potenziamento, come saranno distribuiti i posti tra le scuole. Priorità alle esigenze di organico rispetto a quelle didattiche.
Versione stampabile
anief anief
soloformazione