Organici 2016/17: classi con disabili 22 alunni, se possibile. Docenti organico potenziato non possono essere sostituiti

WhatsApp
Telegram

Il Ministero ha emanato l'annula nota sugli organici 2016/17. Alcune novità relative all'organico potenziato.

Il Ministero ha emanato l'annula nota sugli organici 2016/17. Alcune novità relative all'organico potenziato.

Formazione delle classi e alunni disabili

Partiamo dalla formazione delle classi. Infatti, il DM dà come raccomandazione di evitare la costitizuione di classi in cui è presente un alunno disabile con più di 22 alunni.

La norma di riferimento è il DPR 81/09, che consente una riduzione del numero di alunni per classe, ma restando nel limite dell'organico assegnato alla scuola. Il che si traduce nel fatto che gli studenti dovranno essere distribuiti nelle altre classi con il rischio di formare super classi per consentire una migliore didattica all'alunno disabile o derogare la "raccomandazione", lasciando gli alunni disabili in classi affollate.

Sarà cura del dirigente, ricorda il DM, "un’equa distribuzione degli alunni
disabili tra le varie classi e, in caso di presenza di più di due unità per classe, questa deve
essere costituita con non più di 20 alunni”.

Organico potenziato

Una delle novità di quest'anno riguarda l'organico del potenziamento. Si tratta di 48.812 posti che sono stati assegnati alla scuola a seguito di progetti, così distribuiti:

  • Scuola primaria: 18.133
  • Scuola secondaria di primo grado: 7.206
  • Scuola secondaria di secondo grado: 23.473

La scuola dell’infanzia al momento è esclusa dall'attribuzione del potenziamento, in attesa della riforma 0-6.

Tra le particolarità già messe in evidenza dalla nostra redazione, c'è il fatto che questi posti potranno essere coperti prima che dai docenti assunti quest'anno, da quelli soprannumerari all'interno della stessa scuola. Non si comprende, però, se i posti del potenziamento potranno o meno essere modificati in base alla iniziale richiesta della scuola per permettere ai docenti soprannumerari di mantenere la titolarità.

Resta, invece, confermato che sui posti del potenziamento no è possibile effettuare sostituzione, a meno che  non sia necessario assicurare le attività curricolari previste nel POF o in caso di utilizzo dei posti del potenziamento per lo sdoppiamento delle classi o dei singoli insegnamenti.

La nostra analisi e la nota

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito