Organici 2010-2011 ulteriori resoconti

di redazione
ipsef

Pubblichiamo i resoconti di CGIL e SNALS sull’incontro avvenuto giorno 11 relativo agli organici.

Pubblichiamo i resoconti di CGIL e SNALS sull’incontro avvenuto giorno 11 relativo agli organici.

CGIL . Organici 2010-2011 e personale in esubero. Ancora un incontro inconcludente al Miur

Nella giornata dell’11 maggio 2010 si è tenuto al Miur un ennesimo incontro con le organizzazioni sindacali, con l’obiettivo di verificare le situazioni di esubero del personale per l’anno scolastico 2010-2011 e discutere le iniziative da mettere in campo. Ancora una volta si è trattato di un incontro inconcludente perché l’amministrazione si è presentata all’incontro senza nessun dato rispetto agli esuberi e senza nessuna proposta concreta.

Pertanto si è trattato di un breve incontro in cui l’Amministrazione si è limitata ad informare le organizzazioni sindacali sui seguenti punti.

Mobilità e organici

  • Si è conclusa la fase di elaborazione ed acquisizione degli organici e dei perdenti posto nella scuola primaria (l’area si è chiusa l’8 maggio). Ad oggi rimane ferma la data del 24 maggio come data di pubblicazione dei relativi trasferimenti.
  • In corso la definizione degli organici e l’acquisizione delle domanda da parte dei perdenti posto nell’infanzia (chiusura area 17 maggio) e scuola media (chiusura area 27 maggio)
  • Si apre domani (come comunicato dal Miur) l’area per la definizione delle classi e degli organici anche nella scuola secondaria di secondo grado. Questo atto segue la pubblicazione di ieri delle tabelle definitive di corrispondenza tra nuovi insegnamenti nelle prime classi e vecchie classi di concorso. Si avvia dunque la complessa fase di definizione degli organici anche nel secondo grado, fase complessa non solo nella formazione delle classi, ma soprattutto nella costituzione delle cattedre (mai a più di 18 ore, se non previsto dai previdenti ordinamenti) ed in particolare nei casi in cui le ore dei nuovi insegnamenti (cosiddetti atipici) nelle nuove prime possono essere attribuite a più classi di concorso. Su tutto questo è presente sul nostro sito una scheda riepilogativa delle norme e della CM n. 37/2010.
  • A giorni verrà pubblicata la bozza di decreto specifico riguardante il personale educativo, bozza che, a detta dell’amministrazione, ricalcherà quella dello scorso anno con qualche piccola integrazione.

Esubero

  • Ad oggi l’amministrazione non è in grado di fornire dati sull’entità del fenomeno, ma ha già detto (cosa che, come Flc Cgil, abbiamo denunciato da tempo) che nel prossimo anno ci sarà un significativo incremento del personale in esubero e questo anche nella scuola primaria. Si tratta di un dato ovvio, visto che a fronte di oltre 26.000 tagli del personale docente ed oltre 15.000 tagli del personale Ata, il dato sui pensionamenti accertati, ed ormai definitivi,si ferma a circa 23. 800 per il personale docente e solo a 6.400 per il personale Ata.
  • Nessuna proposta concreta è stata avanzata in tema di riconversione del personale in esubero.

La posizione della FLC CGIL

Come FLC CGIL abbiamo ancora una volta denunciato gli effetti devastanti del taglio indiscriminato agli organici che avrà pesanti effetti non solo sulla qualità del servizio scolastico, ma anche sul versante occupazionale perché, oltre al taglio complessivo di altri 41.000 posti di lavoro, nei fatti se ne perderanno ancora di più per effetto del personale a tempo indeterminato che si troverà in esubero e che, a settembre, dovrà essere comunque utilizzato, sottraendo ulteriori posti di lavoro al personale precario.

Abbiamo poi richiesto con forza tutti i dati riguardanti la scuola primaria (visto che si è chiusa l’area per l’acquisizione di dati complessivi sul numero degli alunni, sulle classi e sugli organici) con l’indicazione delle richieste di tempo scuola e di tempo pieno che ci sono state da parte delle famiglie. Siamo, infatti, assolutamente convinti che, nonostante le continue rassicurazioni da parte del ministro, non in tutte le scuole siano state soddisfatte le richieste delle famiglie.

__

SNALS. Riunione al MIUR su: ore eccedenti; monitoraggio sui dati delle istituzioni scolastiche

In data odierna si è svolto al MIUR un incontro con il seguente o.d.g.:

  • ore eccedenti per sostituzione colleghi;
  • monitoraggio sui dati delle istituzioni scolastiche.

La riunione era presieduta dal Direttore Generale per la Politica finanziaria e per il bilancio, dott. Marco Filisetti. Lo SNALS-CONFSAL era rappresentato da Pina Di Giacomo.

Il dott. Filisetti ha proposto alle OO.SS. la formulazione di un’Intesa tra MIUR e OO.SS., ai fini della ripartizione delle risorse di cui agli artt. 33, 62, 87 del CCNL 2006/2009, per attività da svolgersi nell’a.s. 2010/2011, fatti salvi, ovviamente, eventuali nuovi accordi definiti nel prossimo Contratto Nazionale di Lavoro.

La bozza di preintesa, così come proposta dall’Amministrazione, prevede la ripartizione del totale delle quote contrattuali attribuibili per le funzioni strumentali (art. 33 CCNL 2006/2009), incarichi specifici al personale ATA (art. 62 CCNL 2006/2009), attività complementare di educazione fisica e ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti.

La motivazione della preintesa sarebbe quella di far pervenire alle scuole, al massimo nei primi giorni di settembre, le quote di finanziamento spettanti per poter individuare e retribuire le attività da svolgere nel prossimo anno scolastico, anche se l’Amministrazione non è ancora in possesso, al momento, di tutti i dati necessari relativi all’organico di diritto che consentirebbero di definire in maniera puntuale quanto dovuto alle singole scuole in base al numero degli addetti in organico di diritto.

Lo SNALS-CONFSAL, pur apprezzando la volontà di dare subito certezza alle scuole già dai primi giorni del prossimo mese di settembre in relazione alle quote spettanti, si è riservato una attenta riflessione sui contenuti della proposta dell’Amministrazione. A tal fine ha richiesto un monitoraggio dei fondi erogati alle istituzioni scolastiche per le varie finalità sopra citate nel corrente anno scolastico per verificare la congruità delle stesse, con particolare riferimento ai progetti relativi alle attività complementari di educazione fisica ed ore eccedenti per la sostituzione dei docenti assenti.

La nostra rappresentante, inoltre, ha:

  • chiesto di rivedere ed implementare il budget per le supplenze brevi, in considerazione dell’incremento di spesa dovuta alle riforme ordinamentali in atto, fermo restando che, ad avviso dello SNALS-CONFSAL, è da perseguire l’affidamento del pagamento delle stesse ai Dipartimenti provinciali – servizi vari del Tesoro, al fine di dare certezze di riscossione del dovuto a chi ha prestato servizio;
  • evidenziato che sono pervenute numerose segnalazioni del mancato finanziamento e conseguente pagamento per l’a.s. 2008/2009 delle attività complementari di educazione fisica e delle ore eccedenti prestate in sostituzione dei docenti assenti;
  • richiesto di effettuare tempestiva erogazione alle scuole delle risorse necessarie per compensare le sofferenze relative all’a.s. 2008/2009 per le attività sopra riportate;
  • richiesto la convocazione del tavolo tecnico previsto dall’art. 6 dell’Accordo Nazionale 18/11/2009 al fine di conoscere gli esiti del monitoraggio dei progetti attuati per le attività complementari di educazione fisica e dirimere problematiche sorte, nonché individuare eventuali risparmi da destinare alla retribuzione del lavoro notturno nei convitti, indennità di bilinguismo, indennità di direzione ai sostituti dei DSGA.

Infine, il dott. Filisetti ha comunicato che l’Amministrazione procederà, a breve, al pagamento dei residui passivi ancora esistenti sul bilancio MIUR per il MOF (Fondo per il Miglioramento Offerta Formativa) 2008/2009 alle scuole che vantano ancora il finanziamento per il pagamento degli istituti contrattuali 2008/2009 e, in particolare, per ore eccedenti relative alla sostituzione dei docenti assenti.

La riunione proseguirà nel pomeriggio di martedì 19 p.v.; vi terremo informati sugli esiti della stessa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare