Organi collegiali, i genitori sempre più defilati dalla vita della scuola

Stampa

In un articolo su “Repubblica” si affronta il tema della partecipazione dei genitori alla vita della scuola.

Nell’articolo si fa menzione degli ultimi dati forniti dal MIUR che rilevano come meno di un genitore su dieci va al voto nei licei, negli istituti tecnici e nei professionali e poco più di uno su 5 nel primo ciclo, scuole elementari e medie; vent’anni fa, tra elementari e medie si recava al voto un genitore su tre, più di 13 su cento al superiore, nel 1989/1990 erano quasi 4 su dieci nel primo ciclo e 16 su cento alla secondaria.

I genitori oggi preferiscono usare i social media per lamentarsi e ricorrere spesso ai tribunali, accentuando quindi, più che lo spirito collaborativo, quello contrastivo.

Per il presidente dell’ANP, Antonello Giannelli, queati dati rappresentano una profonda crisi degli organi collegiali e Angela Nava, del Coordinamento genitori democratici, sottolinea che dal 1974 non è mai stata effettuata alcuna riforma, che sarebbe necessaria per una gestione davvero democratica della scuola.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia