Ora di religione a scuola, chi vuole l’abolizione: “Il fenomeno religioso va trattato nella scuola pubblica al pari dell’ateismo e dell’agnosticismo”

WhatsApp
Telegram

Roberto Grendene, segretario nazionale dell’Unione Atei Agnostici Razionalisti (UAAR), ha risposto alle dichiarazioni di Orazio Ruscica, segretario generale dello Snadir, il sindacato italiano degli insegnanti di religione cattolica.

Ruscica, in un’intervista a Fanpage, aveva minimizzato il calo degli studenti che scelgono di non frequentare l’ora di religione.

Grendene critica aspramente le affermazioni di Ruscica, definendole “scomposte” e “irriguardose”. Sottolinea che l’insegnamento della religione cattolica a scuola non è semplicemente un’attività culturale, come suggerito da Ruscica, ma piuttosto un insegnamento dottrinale conforme alla dottrina della Chiesa, con docenti scelti dal vescovo ma pagati dallo Stato.

Contrariamente a quanto affermato da Ruscica, Grendene argomenta che il calo degli studenti che frequentano l’ora di religione non è dovuto all’immigrazione di stranieri non cattolici. Evidenzia un divario significativo tra Nord e Sud Italia, nonché tra città e provincia, indicando un’influenza del contesto sociale sulla scelta di frequentare l’ora di religione.

La posizione dell’UAAR, rappresentata da Grendene, è che l’insegnamento della religione cattolica nelle scuole pubbliche dovrebbe essere abolito. Sostiene che il fenomeno religioso dovrebbe essere trattato in modo critico e trasversale all’interno delle altre materie, evitando un insegnamento dottrinale.

Riguardo all’ora alternativa per gli studenti che non frequentano l’ora di religione, Grendene denuncia la resistenza di molte scuole nell’attivare tale alternativa, nonostante le vittorie legali dell’UAAR. Critica lo Snadir per interferire con le scelte degli studenti riguardo a un insegnamento che è facoltativo per legge.

Grendene descrive i prossimi concorsi per insegnanti di religione cattolica come una “farsa”. Secondo lui, i criteri di selezione sono influenzati da considerazioni morali cattoliche, escludendo candidati che non aderiscono a tali valori.

Leggi anche

Ora di religione a scuola, dati stabili: il 16% degli studenti non si avvale dell’insegnamento. I dati divisi per aree geografiche

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri