Operazione trasparenza concorso a cattedra 2012: che cosa ci aspettiamo di sentire

di Lalla
ipsef

Lalla – Il Ministro Carrozza ha annunciato una riunone in streaming con i Direttori degli Uffici Scolastici regionali per fare il punto sulle immissioni in ruolo e nomine supplenze per l’a.s. 2013/14. Cosa hanno bisogno di sapere i docenti.

Lalla – Il Ministro Carrozza ha annunciato una riunone in streaming con i Direttori degli Uffici Scolastici regionali per fare il punto sulle immissioni in ruolo e nomine supplenze per l’a.s. 2013/14. Cosa hanno bisogno di sapere i docenti.

Consiglieremmo ai Direttori degli Uffici Scolastici di evitare i numeri tout court, facilmente desumibili ed eventualmente diffondibili tramite comunicato. Non ci basta sapere infatti che in Emilia Romagna sono state effettuate 957 immissioni in ruolo In Emilia Romagna un “esercito” di nuovi insegnanti. 957 immissioni in ruolo dal 1° settembre 2013 o che la Lombardia ha concluso entro il 31 agosto le operazioni di nomina USR Lombardia. Terminate le operazioni di nomina a TI e TD

Vogliamo sapere piuttosto come si sta procedendo per le nomine in surroga (nomina giuridica dal 1° settembre 2013 ed economica dall’anno successivo) in seguito a rinunce od eventuali decadenze. E’ necessario spiegare infatti il meccanismo secondo il quale, a partire dal fatto che alcuni docenti che hanno superato le prove del concorso sono inseriti in più graduatorie, oltre che nell’elenco del sostegno, sarà possibile garantire per ogni classe di concorso l’assegnazione esatta del numero di posti messi a concorso. Per ogni numero dovrà infatti corrispondere un nominativo effettivo in ruolo. Il Miur, in maniera informale, ha affermato che "L’amministrazione, applicando quanto imposto dal MEF, ritiene che non si può procedere a scorrimento nei casi in cui un operatore scolastico già di ruolo accetti una nuova nomina in ruolo per l’anno scolastico 13/14. A seguito di una pressante azione della nostro sindacato, si è ottenuto, però, che, almeno nei casi in cui un docente opti, dopo aver accettato una prima nomina, per una successiva altra classe di concorso si debba procedere a scorrimento sul posto lascito libero". E’ necessario un chiarimento ufficiale.

Bisognerà inoltre chiarire il sospetto, poi rilevatosi fondato,di nomine in ruolo in più rispetto ai posti messi a bando con il DDG n. 82 del 24 settembre 2013. Variegata la situazione che si è determinata: in alcuni casi la cattedra in realtà non esisteva, in altri si è provveduto alla revoca immediata del ruolo, con tutte le conseguenze del caso (Concorso docenti: la revoca dei ruoli in più rispetto al numero previsto dal bando), altri ancora sono passati inosservati.

Il caso scottante della Calabria. La scelta di pubblicare alcune graduatorie in forma direttamente definitiva per assicurare le immissioni in ruolo entro il 31 agosto ha provocato una pioggia di esposti che mettono in forse il lavoro già svolto, ma sui cui ufficialmente l’USR non si è pronunciato. Immissioni in ruolo da concorso 2012 in Calabria, un caso scottante

Rettifica delle graduatorie definitive. Il caso della rettifica in autotutela da parte dell’Ammnistrazione sta provocando uno stillicidio di modiche nelle graduatorie della Campania, e modificherà le graduatorie di infanzia e primaria in Piemonte. Quali garanzie per i candidati, non avvertiti della possiibilità di presentare reclamo (e non direttamente ricorso) contro la graduatoria definitiva?

E ancora, lo scandalo Lazio, dal quale arrivano segnalazioni (impossibile quantificare il numero, potrebbero essere casi isolati, ma gravi) che solo in seguito all’accesso agli atti hanno appurato di essere stati ammessi dalla Commissione alla prova orale, ma che poi il loro nominativo non compariva nell’elenco degli ammessi. Concorso docenti Lazio, spunta lo scandalo dei compiti validi, ma candidati non sono inclusi nella graduatoria degli ammessi alla prova orale

E ancora, ci piacerebbe ricevere una spiegazione sulle "creative" immissioni in ruolo su sostegno operate in Sicilia, o addiriturra in qualche provincia senza aver prima disposto utilizzazioni e assegnazioni provvisorie.

Il non plus ultra potrebbe provenire dalla spiegazione delle scelte effettuate dalle Commissioni per la valutazione dei titoli, dal momento che le graduatorie sono state pubblicate con il punteggio totale, senza la specifica dei singoli titoli, e ancora oggi molti docenti non riescono rendersi conto del punteggio.

Ma forse stiamo chiendo troppo, ascolteremo i numeri e li commenteremo.

Concorso docenti 2012: la prossima settimana sul sito del Miur i dati. Carrozza: disfunzioni legate alla parcellizzazione di concorsi e graduatorie

Concorso docenti 2012, graduatorie di merito. L’unico elenco in rete aggiornato al 7 settembre 2013. Rettifica Trento A043

Versione stampabile
anief
soloformazione