Operatori socio sanitari, On. Frate (M5S): accesso diretto dei diplomati alla professione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Comunicato On. Frate (M5S) Alcune settimane fa ho depositato una mia interrogazione (Miur, Sanità e Lavoro) a proposito degli operatori socio sanitari.

Un primo ed importante passo in avanti è stato l’incontro che si è tenuto oggi, con la Rete O.S.S. il cui contributo è stato prezioso e significativo.

Tre, a mio avviso, sono gli elementi fondamentali da eidenziare.

Il primo, come sostiene la Rete ed è in sintonia col contenuto della mia interrogazione, riguarda l’eventualità di introdurre un nuova e specifica figura di operatore socio sanitario – di quarto livello – tale consentire, ai diplomati che hanno terminato il ciclo quinquennale di studi, di accedere alla professione senza più la necessità di frequentare corsi regionali a pagamento. Ciò determinerebbe, inoltre, l’innalzamento della qualità del servizio prestato.

Il secondo punto è comprendere, in materia di autonomia scolastica e concorrenza esclusiva delle Regioni, in che misura può agire il Legislatore per abilitare il diploma socio sanitario alla professione.

Infine, occorre sollecitare l’avvio dei decreti attuativi della Legge Lorenzin, in ambito socio sanitario, scongiurando, in alcuni casi, l’esercizio abusivo della professione. Insomma, è imprescindibile un lavoro politico, in Commissione e in Parlamento, e sul fronte ministeriale. In tal senso sono d’accordo con i membri della Rete, se dobbiamo avviare un tavolo tecnico, come ho sostenuto, io sono ampiamente disponibile.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione