Oltre 100 i progetti caricati su IDEArium, la prima piattaforma di crowdfunding dedicata alle scuole e lanciata dal Ministero dell’Istruzione

WhatsApp
Telegram

Una radio scolastica, un’aula all’aperto per fare didattica in modo innovativo, la realizzazione di una nuova area sportiva.

Sono alcuni dei progetti, oltre 100, che le scuole italiane hanno caricato su IDEArium il primo portale di crowdfunding dedicato agli istituti scolastici e lanciato dal Ministero dell’Istruzione per la raccolta di idee, iniziative, attività che gli istituti intendono realizzare, anche con la collaborazione di finanziatori esterni.

Il progetto, realizzato dalla Direzione Generale per le risorse umane e finanziarie, ha come destinatari le scuole e i possibili sostenitori. Grazie al portale, i dirigenti scolastici, i DSGA e i referenti di crowdfunding hanno la possibilità di creare vere e proprie campagne per far conoscere le loro idee e raccogliere il supporto di finanziatori interessati a svilupparle insieme agli istituti scolastici.

Il meccanismo di funzionamento è semplice: le scuole caricano il loro progetto in una delle sezioni dedicate del sito e chiunque (privato o azienda) può sceglierne uno e aiutare la scuola che lo ha proposto a realizzarlo, anche con un piccolo contributo. La piattaforma consente di seguire passo dopo passo gli aggiornamenti relativi a ciascuna iniziativa finanziata.

I fondi raccolti tramite IDEArium vanno direttamente alle scuole, senza intermediazione del Ministero dell’Istruzione e le scuole usufruiscono della piattaforma in maniera gratuita senza il pagamento di una percentuale sui fondi raccolti.

Sono oltre 100 i progetti già caricati, divisi in sezioni che vanno dalla sostenibilità alla cultura, dalla creatività allo sport, dall’innovazione tecnologica all’inclusione. All’IC “Varese 2 Pellico” le studentesse e gli studenti hanno presentato un progetto per ristrutturare il giardino della sostenibilità della scuola, creando anche un’aula all’aperto. All’IC “VR12 Golosine” di Verona, l’obiettivo è realizzare una “stanza delle meraviglie”, un ambiente multisensoriale, protetto e strutturato dove proporre attività specifiche per alunne e alunni con disabilità. All’Istituto “Gualtieri” di Reggio Emilia si lavora ad una radio scolastica. Al “Lombardo-Radice” di Palermo saranno acquistati strumenti (pianoforte, violino, chitarra, flauto) per un laboratorio musicale al servizio di tutte le classi. E ancora, all’IC “Mameli” di Roma sarà realizzata un’area esterna per il gioco e lo sport. Al “Da Vinci-Ungaretti” di Fermo i fondi saranno stanziati per acquistare un armadietto colorato per ogni alunno per ridurre carichi eccessivi negli zaini, a Treviso, per acquistare arredi, tavoli sedie e armadi per lo sviluppo del progetto “sezioni a differenziazione Montessori”.

La piattaforma https://idearium.istruzione.it

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur