Oliva: “le 24 ore impedirebbero il ricrearsi di precariato”. Di Menna (UIL): “non è esattamente così”

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Oscar Giannino su RADIO 24 ha intervistato Attilio Oliva, presidente della Trellle, sulla proposta dell’estensione dell’orario contrattuale degli insegnanti. Secondo Oliva è la rigidità delle 18 ore contrattuali a formare il precariato. Controbatte il segretario della UIL, Massimo Di Menna: "non si introduce alcuna flessibilità"

red – Oscar Giannino su RADIO 24 ha intervistato Attilio Oliva, presidente della Trellle, sulla proposta dell’estensione dell’orario contrattuale degli insegnanti. Secondo Oliva è la rigidità delle 18 ore contrattuali a formare il precariato. Controbatte il segretario della UIL, Massimo Di Menna: "non si introduce alcuna flessibilità"

"La flessibilità interrompe la rigidità delle 18 ore contrattuali. In teoria – afferma il presidente dell’associazione Treellle – lo straordinario si può fare ma solo se il lavoratore, l’insegnante è consenziente e difatti in generale non sono consenzienti perché l’educazione che hanno ricevuto li riporta dire se facciamo dello straordinario leviamo dei posti ad altri colleghi, ai supplenti."

L’idea di Oliva è che il precariato, quello che oggi affolla le graduatorie permanenti, nasce "esattamente nel momento della supplenza", poichè non si va oltre le 18 ore, le "supplenze scattano ogni volta che un insegnante non è disponibile per ragioni di salute o d’altro".

Oliva guarda all’estero e afferma che in Europa, "quando c’è un insegnante assente, c’è un collega ordinario della scuola che si fa quell’ora nelle due ore e tampona il problema". Da qui l’assenza di precariato.

Alle parole del presidente, ha risposto il segretario nazionale della UIL scuola, Massimo Di Menna, che ha precisato che il testo della legge di stabilità "non introduce nessun elemento di flessibilità, solamente aumenta l’obbligo di insegnamento da 18 a 24 senza retribuzione".

Ciò a cui fa riferimento Attilio Oliva è un’altra cosa e si avvicina all’organico funzionale che tanti sindacati, compresa la UIL chiedono da tempo, ma che prevede "una modalità per gli insegnanti di svolgere ore aggiuntive attraverso una ulteriore retribuzione", al fine di ampliamento l’offerta formativa che non richiede l’intervento di supplenti.

Legge di Stabilità. Tutti i provvedimenti che riguardano la scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur