Olimpiadi di Italiano. Una delle finaliste, Agnese Bonino: competizione stimola a migliorare la preparazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

inviato dal Dirigente Scolastico Prof.ssa Maria Rita Marchesotti – Il liceo “G. Peano” di Tortona parteciperà con grande entusiasmo alla gara della finale nazionale delle Olimpiadi di Italiano (Edizione 2018) grazie alla studentessa Agnese Bonino della 2°A Classico, selezionata tra i 10 finalisti assoluti su 42 concorrenti vincitori della fase semifinale, in cui hanno partecipato 1624 alunni.

La prova si svolgerà a Firenze il 26-27-28 marzo nell’ambito di una più ampia iniziativa culturale di valorizzazione della lingua e della letteratura italiana intitolata Giornate della lingua italiana fortemente voluta dal Ministero della Pubblica Istruzione. La gara si terrà presso la sede dell’Accademia della Crusca.

Complimenti, Agnese!
Complimenti da parte di tutto l’Istituto, della Dirigente professoressa Maria Rita Marchesotti, dei docenti e dei compagni.

Come sei stata selezionata per le Olimpiadi di Italiano?

Il mio professore di lettere mi ha candidata insieme a due mie compagne di classe per la prova d’Istituto. Già questa prima esperienza mi ha fatto apprezzare la lingua italiana affrontata tramite una competizione e da questo ho avuto la conferma che questa materia mi piace molto. Superata questa fase, sono stata ammessa a quella regionale, ad Alessandria. Soltanto ieri la professoressa Laura Montagnana, coordinatrice del progetto, mi ha comunicato che mi sono classificata al nono posto, ottenendo cosi un punteggio adeguato per gareggiare alla finale a Firenze.

In cosa consistono le prove delle Olimpiadi?

Gli esercizi da svolgere riguardano diversi ambiti della lingua: ortografia, comprensione del testo, sintassi, lessico.

Cosa ti ha insegnato questa esperienza?

La competizione mi è servita a migliorare la mia preparazione, ad apprezzare ancora di più la materia e ad invogliarmi ad approfondirla. Sono soddisfatta, sinceramente un po’ sorpresa, e mi impegnerò molto per conseguire buoni risultati anche per il prestigio del mio Liceo.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione