Olimpiadi di Debate: domani la fase finale, in diretta streaming

Stampa

Domani la fase finale della IV edizione (la seconda online) delle Olimpiadi di Debate, competizione organizzata da ITE “E. Tosi” di Busto Arsizio in collaborazione con la rete Wedebate e la Società Nazionale DebateItalia alla quale hanno preso parte 190 scuole. Un’occasione di confronto per gli studenti e docenti, un esempio virtuoso della scuola italiana, una comunità e una pratica in costante crescita. Link per seguire la finale in streaming.

Si concluderanno domani, 24 aprile, con le semifinali e la finale, le gare della IV Edizione (la seconda online) delle Olimpiadi di Debate, organizzate dalla l’ITE “E. Tosi” di Busto Arsizio, in collaborazione con la rete di scuole WeDebate, la Società Nazionale Debate Italia e il sostegno della Fondazione Merlini. Sarà possibile seguire la finale a partire dalle ore 16.30 al seguente link: https://youtu.be/dQ2iahCgnuY.

Le Olimpiadi di Debate si compongono di cinque giorni di intensi e coinvolgenti dibattiti. 18 sono le squadre, in rappresentanza di 18 regioni, che hanno superato con successo le selezioni regionali, alle quali hanno preso parte circa 190 scuole di tutta Italia. 45 i dibattiti già disputati, che hanno visto la partecipazione di 72 debater, 30 docenti, 70 giudici, 15 responsabili delle aule virtuali, a cui si aggiunge lo staff organizzativo e della comunicazione. «Numeri che rappresentano come le Olimpiadi di Debate siano un esempio virtuoso di come la scuola italiana abbia saputo essere comunità nell’affrontare le difficoltà e le sfide della situazione pandemica»: osserva la prof.ssa Giovanna Colombo, coordinatrice dell’evento.

Le Olimpiadi vogliono essere soprattutto un’occasione di confronto e di crescita, un’opportunità per consolidare competenze trasversali fondamentali per la vita adulta sia come di cittadini sia come professionisti.

L’avventura del debate ha preso avvio in Italia solo 7 anni fa, alla base due convinti sostenitori, i presidi Benedetto Di Rienzo e Nadia Cattaneo che hanno creduto fermamente nella validità di questa pratica, visione condivisa dal Movimento di Avanguardie Educative promosso da INDIRE, l’Agenzia Nazionale per l’innovazione didattica e la ricerca, e dalla Società Nazionale Debate Italia, che lo sta diffondendo anche nelle università e nella società civile.

La comunità del debate in Italia è in costante crescita, il debate è praticato da centinaia di scuole, con esperienze pilota anche nella primaria, e sono sempre più numerose le squadre, anche di studenti universitari, che partecipano ai tornei internazionali dibattendo in lingua inglese.

Le sfide che ci riserva il futuro sono tante e tutte impegnative e il debate prepara gli studenti ad affrontarle con competenza, analizzando i pro e i contro delle questioni controverse, fornendo loro le strategie per gestire i problemi con mentalità risolutiva non perdendo di vista le ragioni dell’altro.

Link streaming: https://youtu.be/dQ2iahCgnuY

Stampa