Riforma reclutamento, posti riservati per docenti graduatorie istituto II e III fascia docenti con 36 mesi servizio

Stampa

Ok per avviare il TFA terzo ciclo (solo per le classi di concorso le cui graduatorie sono svuotate), questo prevede il testo del DDL presentato questa notte alla Camera per la riforma della formazione e del reclutamento degli insegnanti. Per entrare in ruolo il percorso cambierà, cosa accadrà ai docenti già abilitati?

Dal 2020/21 per accedere al ruolo bisognerà superare un concorso e un percorso triennale di formazione. Al termine del percorso i docenti, se la valutazione sarà positiva, potranno essere assunti. Cosa accadrà a quanti hanno già l’abilitazione o lavorano da anni nelle graduatorie d’istituto terza fascia?

Il DDL presentato ieri in Parlamento e già approvato dal consiglio dei Ministri, prevede una fase transitoria. I docenti già abilitati e inseriti in terza fascia (secondaria di I e II grado) con almeno 36 mesi di servizio anche non continuativo, avranno dei posti riservati.

Inoltre, i docenti che hanno una abilitazione all’insegnamento dovranno affrontare soltanto la prova orale del concorso e dei tre anni di formazione affronteranno soltanto i due di apprendistato e per coloro che hanno 36 mesi di servizio faranno soltanto il terzo anno.

Per i docenti di terza fascia con 36 mesi di tirocinio, si prospetta, invece, il superamento della prova scritta e orale. Inoltre potranno avere sconti per quanto riguarda il percorso di formazione.

Al termine del percorso formativo, i docenti potranno essere assunti in ruolo.

Parrebbero esclusi dalle norme transitorie, ad una prima analisi, i docenti della primaria e dell’infanzia.

Scarica il testo

Concorso a cattedra, prossime selezioni: necessaria certificazione linguistica B2, 3 prove (4 per sostegno). Come si accede

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!