Oggi precari II e III fascia in piazza, hanno chiesto annullamento concorso e inserimento in GaE per gli abilitati

di redazione
ipsef

Una riforma che, secondo i diretti interessati, non ha risolto il problema del precariato. Ed oggi i precari hanno manifestato davanti a Motecitorio, alle 14 del pomeriggio.

Una riforma che, secondo i diretti interessati, non ha risolto il problema del precariato. Ed oggi i precari hanno manifestato davanti a Motecitorio, alle 14 del pomeriggio.

Hanno chiesto di abolire questo concorso a cattedra e di essere inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento. Quindi di avviare un piano di assunzioni con doppio canale.

Per i docenti della terza fascia è stata chiesta la possibilità di conseguire l'abilitazione, mentre hanno espressa estrema preoccupazione del comma 131 della legge di riforma con il quale dopo 36 mesi di contratto a tempo determinato si sarà totalmente esclusi dall'insegnamento.

Tra i partiti a fianco dei manifestanti la Lega Nord che ha presentato nei giorni scorsi una mozion e alla camera e al senato per chiedere iniziative urgenti in materia e garantire un futuro ai docenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare