Oggi la terza prova degli esami di Stato, dal 2013 sperimentazione per sostituirla con la prova Invalsi

Di
WhatsApp
Telegram

red – Oggi gli studenti di tutta Italia sono alle prese con il quizzone sulle discipline scelte dalla commissione e realizzata dagli stessi docenti. Roberto Ricci, responsabile del servizio nazionale di valutazione, avverte che si sta studiando il modo di sostituirlo con le prove Invalsi.

red – Oggi gli studenti di tutta Italia sono alle prese con il quizzone sulle discipline scelte dalla commissione e realizzata dagli stessi docenti. Roberto Ricci, responsabile del servizio nazionale di valutazione, avverte che si sta studiando il modo di sostituirlo con le prove Invalsi.

"Molto probabilmente nel 2013 – ha spiegato Ricci a skuola.net – verranno condotti esperimenti su base volontaria. Un test di questo genere deve essere provato per individuare eventuali errori". Le materie coinvolte saranno probabilmente l’italiano e una materia che caratterizza l’indirizzo.

"Una prova standardizzata alla Maturità – ha precisato – richiede tempi e studi. Già da ora si può affermare con sicurezza che quando verrà introdotta, gli studenti lo sapranno fin dal primo di settembre. A nessuno verrà richiesto di saltare un ostacolo in più durante la corsa".

Affermazioni già raccolte da orizzontescuola.it nel video servizio del 23 maggio e che trovate alla fine dell’articolo

Skuola.net aggiunge, però, un particolare: il punto di vista degli studenti.

Infatti, secondo un sondaggio effettuato su un campione di 1200 studenti, il 70% ha risposto negativamente all’eventualità di inserire una prova Invalsi all’esame di Stato. Il timore è che l’esame diventi più difficile dell’attuale.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito