OCSE: scuola italiana inclusiva. Bocchino (SI): prima della riforma Renzi

WhatsApp
Telegram

comunicato stampa – “I dati OCSE non celebrano certo la cosiddetta ‘Buona scuola’, come l’ex premier Renzi, la ministra Fedeli e la senatrice PD Francesca Puglisi si sono affrettati ad affermare”, fa notare il Senatore Fabrizio Bocchino (SI), “perché i ragazzi intervistati hanno tra i 26 e i 28 anni, e hanno dunque completato la scuola ancora prima che entrasse in vigore la riforma Gelmini”.

“Di quella scuola, che appunto puntava a colmare il divario sociale, oggi poco resta dopo la legge 107, con la sua retorica incentrata sul merito e la sua competizione ad escludendum: si premia chi già fa bene, e non chi arranca, che è l’opposto del colmare i deficit di partenza per dare uguali opportunità a tutti”, prosegue il Senatore.

“Senza contare che fuori dalla scuola, le condizioni di divario sociale restano inalterate o peggiorano, come ha documentato l’ISTAT a proposito dell’ascensore sociale ormai fermo, segno che la scuola non riesce più a incidere sulla società”, aggiunge Bocchino.

“Plaudono a una scuola che funzionava, allora perché riformarla?”, conclude il Senatore.

Cristiana Scoppa
Addetta stampa dei Senatori
Fabrizio Bocchino e Francesco Campanella

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur