OCSE 2011

di Lalla
ipsef

Ugl Scuola Roma – In veste di segretario della scrivente O.S., esprimo, in merito all’Ocse 2011, il mio pieno accordo all’Anief, nel caso di specie, nel punto in cui si auspica che Il Ministro e i segretari generali delle OO.SS. che nell’arco di questi ultimi mesi hanno dettate le linee guida nel comparto scuola, si dimettano.

Ugl Scuola Roma – In veste di segretario della scrivente O.S., esprimo, in merito all’Ocse 2011, il mio pieno accordo all’Anief, nel caso di specie, nel punto in cui si auspica che Il Ministro e i segretari generali delle OO.SS. che nell’arco di questi ultimi mesi hanno dettate le linee guida nel comparto scuola, si dimettano.

Ogni e/o qualsiasi O.S. ha un compito precipuo, ovvero, la difesa dei lavoratori. Nella lontana Inghilterra in anni, ormai, remoti, le libere associazioni avevano tale scopo:" migliorare e tutelare, gli associati dell’epoca. Essere O.S., non implica la politica dei se e dei ma, non è suo compito far quadrare i debiti dello stato, di certo non riconducibbili ai lavoratori e in modo particolare ai precari, vittime sacrificali anche quest’anno, nonostante le grida di vittoria di alcune OO.SS., di farraginose aliquote da accantonare e di pressapochismo, elementi che richiedono in modo urgente il rinnovellamento delle norme salvaprecari.

Massimo Grillo

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione