Occuparsi dei lavori di manutenzione di una scuola: ecco lo sciopero al contrario di un gruppo di lavoratori edili

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Un gruppo di disoccupati del settore edile, in occasione della giornata di mobilitazione nazionale del settore indetta da Cgil, Cisl e Uil, hanno deciso di attuare uno sciopero al contrario, come lo hanno definito.

Venerdì 31 maggio alle 15 i disoccupati hanno deciso che metteranno mano ai lavori di manutenzione nella scuola perugina di Sant’Erminio.

Red – Un gruppo di disoccupati del settore edile, in occasione della giornata di mobilitazione nazionale del settore indetta da Cgil, Cisl e Uil, hanno deciso di attuare uno sciopero al contrario, come lo hanno definito.

Venerdì 31 maggio alle 15 i disoccupati hanno deciso che metteranno mano ai lavori di manutenzione nella scuola perugina di Sant’Erminio.

I lavoratori chiedono "il rilancio di un comparto in ginocchio attraverso la difesa del lavoro, il rinnovo dei contratti e uno sviluppo sostenibile». Da qui l’idea di un «gesto simbolico ma al tempo stesso utile alla comunità scolastica – scrive la Cgil -, per chiedere di far ripartire un settore che, per le sue caratteristiche e per la sua centralità, diventa ora un banco di prova decisivo per determinare un cambiamento di rotta in grado di garantire la ripresa dello sviluppo equo e sostenibile dell’intero paese".

Versione stampabile
anief anief
soloformazione