Obbligo vaccino docenti e Ata, Bianchi: “Se ci sarà o meno lo stabilirà il Consiglio dei Ministri” [con VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Sul tema obbligo vaccinale occhi puntati sul prossimo Consigli dei Ministri che potrebbe decidere i introdurre una forma di obbligo vaccinale per gli insegnanti e il personale scolastico tutto. 

Anche il Ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi precisa che un obbligo o meno verrà stabilito in quell’occasione: “Noi ci troveremo questa settimana col Consiglio dei ministri e la decisione sull’obbligo vaccinale o meno per gli insegnanti andrà presa dall’intero collegio“, ha annunciato il ministro dell’istruzione Patrizio Bianchi all’inaugurazione dell’ampliamento del Lef.

“Attualmente, mi ha comunicato ieri il generale Figliuolo, siamo all’84%” per quanto riguarda gli insegnanti ai quali è stata somministrata la prima dose, “e al 75% per la seconda: c’è stata una risposta molto responsabile e ne terremo conto”, ha proseguito Bianchi.

Sul ritorno a scuola ha ribadito: “Stiamo lavorando, abbiamo più di un miliardo già investito per la sicurezza: per le persone e per i trasporti, quindi siamo pronti. In merito alle mascherine, il CTS ci ha detto che dovranno restare in atto tutte le precauzioni sanitarie possibili. Per il resto, il Governo si riunirà per tutte le altre misure”.

Obbligo vaccinale per docenti e Ata, è pressing sul Governo: il 20 luglio cabina di regia. L’ipotesi prende piede

Prima è prevista, come abbiamo scritto in precedenza, la cabina di regia, che al momento è fissata a domani 20 luglio. Nei giorni scorsi sul tema è stato lo stesso Cts a proporre una misura per l’immunizzazione del personale scolastico.

L’obbligo vaccinale per gli operatori della scuola non è necessario, bisogna, però, assolutamente sollecitare alla vaccinazione. Ricordo che già l’80 per cento del personale scolastico è vaccinato e quindi siamo già abbastanza blindati”, ha detto la sottosegretaria all’Istruzione Barbara Floridia.

Invece per l’altro sottosegretario, Rossano Sasso, “bisogna proseguire a lavorare a fondo sulla messa in sicurezza degli edifici e sul nodo trasporti, ma bisogna anche sfruttare strumenti validati e inspiegabilmente inutilizzati come i tamponi salivari: sono più affidabili rispetto al passato, poco invasivi e possono risultare decisivi per monitorare il rischio contagio nelle scuole. Finiamola con gli inutili attendismi”.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO