Obbligo vaccini, tutte le misure adottate regione per regione. Info utili per scuole e famiglie

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto n. 73/2017, convertito in legge n. 119/2017, ha reso obbligatorie le vaccinazioni per i bambini da 0 a 16 anni, compresi i minori stranieri non accompagnati.

L’effettuazione dei vaccini obbligatori, secondo il calendario vaccinale relativo a ciascuna coorte di nascita, costituisce requisito d’accesso per le iscrizioni presso i servizi educativi per l’infanzia e le scuole dell’infanzia, ivi incluse quelle private non paritarie. Pertanto, i bambini non vaccinati non possono essere iscritti ai predetti servizi e scuole.

Per quanto riguarda gli altri gradi di istruzione, ossia per la scuola primaria, secondaria di I e II grado (sino a 16 anni), l’effettuazione delle suddette vaccinazioni non costituisce requisito di accesso alla scuola ovvero agli esami (i genitori, qualora non adempiano all’obbligo di vaccinare i figli, vanno incontro soltanto alla sanzione pecuniaria).

Per l’anno scolastico 2017/18 è prevista una fase transitoria, secondo cui la documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione o la dichiarazione o l’esonero, l’omissione o il differimento va presentata entro il 10 settembre 2017 per i servizi educativi, le sezioni primavera e le scuole per l’infanzia, incluse quelle private non paritarie.

Per le scuole primarie e secondarie di I e II grado (e per i centri di formazione professionale), la predetta documentazione va invece presentata entro il 31 ottobre 2017.

La mancata presentazione della documentazione (che va presentata anche dagli alunni già frequentanti), come indicato dalla circolare Miur n. 1622 del 16 agosto 2017, deve essere segnalata dai dirigenti scolastici alla ASL territorialmente competente entro 10 giorni dai termini prima indicati (l’ASL procederà agli adempimenti di competenza).

È possibile, inoltre, presentare una dichiarazione sostitutiva della predetta documentazione che, in tal caso, va poi presentata entro il 10 marzo 2018. La mancata presentazione della documentazione dovrà essere segnalata dai dirigenti scolastici alla ASL territorialmente competente entro 10 giorni dai termini prima indicati.

Già dall’anno scolastico 2017/18, è prevista la possibilità di eventuali semplificazioni, sia per le famiglie che per le scuole, a seguito di accordi tra Uffici Scolastici Regionali, Regioni e, per loro tramite, Aziende Sanitarie Locali, nel rispetto della normativa sulla privacy (vedi circolare Miur n. 1622 del 16 agosto 2017). In tal caso, saranno gli UU.SS.R. a comunicare alle scuole eventuali altri procedure di semplificazione.

Alcune Regioni hanno già sfruttato la predetta possibilità, tramite specifici accordi con le ASL di competenza e gli Uffici Scolastici regionali.

Riportiamo di seguito le disposizioni che le varie Regioni hanno adottato o adotteranno, al fine di semplificare la procedura prevista dalla legge.

Alto Adige

Calabria

Emilia Romagna   USR: istruzioni operative diniego accesso   Alunni da 6 a 16 anni

Marche

Piemonte

Puglia

Sicilia

Lombardia (è stato annunciato un decreto) – dall’Ansa: –  Sui siti di Regione, Ats e Asst sono online le indicazioni per la documentazione necessaria per l’iscrizione a nidi, materne e scuole dell’obbligo, e per mettersi in regola, compresa la possibilità di scaricare il modello per l’autocertificazione e la tabella per controllare se si è in linea con l’adempimento all’obbligo vaccinale. A Milano è possibile richiedere il certificato.

firma decreto

Toscana

Umbria –  Le ASL invieranno a casa delle famiglie con figli fino a 16 anni i certificati che attestano lo “stato di adempienza vaccinale” rispetto agli obblighi previsti dalle nuove norme. Entro il 10 settembre 2017 saranno spediti i certificati che attestano la regolarità delle vaccinazioni dei bambini fino a 6 anni; entro il 31 ottobre verranno inviati ai ragazzi fino a 16 anni.

Veneto ( regione sta mettendo a punto software per semplificare procedura)

 La nostra guida con il vademecum

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare