Obbligo vaccini, Moige: modifiche non superano coercizione, inaccettabile sanzione fino a 3.500 euro

Stampa

comunicato Moige – “L’approvazione degli emendamenti al Decreto Lorenzin approvati dalla Commissione Igiene e Sanità del Senato non toglie il macigno della coercizione vaccinale andando contro lo stesso Piano nazionale vaccini, che è stato presentato ed approvato dal Ministero della salute appena qualche mese fa.

Confidiamo nella saggezza dell’Aula affinché, seguendo l’esempio virtuoso del Veneto sui vaccini, si avvii un percorso di raccomandabilità mirante a recuperare la necessaria fiducia e le giuste coperture vaccinali.
In ogni caso, rimane irricevibile la sanzione fino a 3.500 euro, praticamente il triplo rispetto ad un barista che vende alcol ad un minorenne.

Rileviamo, infine, la grave assenza di modifiche relative al personale sanitario, che rappresenta una delle popolazioni meno vaccinate”. Ha dichiarato Antonio Affinita, direttore generale del Moige – Movimento Italiano Genitori.

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!