Obbligo vaccini. Le prime indicazioni operative diffuse dalla Regione per l’applicazione della legge su tutto il territorio marchigiano

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’USR Marche ha fornito le prime indicazioni operative, dettate dalla Regione, sulla prevenzione vaccinale, per una uniforme applicazione sul territorio regionale della legge, per rispettare gli adempimenti collegati all’avvio dell’anno scolastico.

L’USR ricorda che, per l’anno educativo/scolastico 2017-18, sono dettate specifiche disposizioni transitorie che prevedono la presentazione della suddetta documentazione da parte dei genitori alle scuole: entro il 10 settembre 2017 per la frequenza presso i servizi educativi e la scuola per l’infanzia (nidi e scuole materne); entro il 31 ottobre 2017 per le istituzioni del sistema nazionale di istruzione e i centri di formazione professionale regionale.
Inoltre, nel caso in cui sia stata presentata un’autocertificazione: entro il 10 marzo 2018, presentazione della documentazione comprovante l’avvenuta vaccinazione.

La Regione, infine, per facilitare le famiglie ha previsto già dal 2017/18 una procedura semplificata che riportiamo di seguito:

“Al fine di minimizzare il numero delle attestazioni richieste ai Servizi vaccinali e ridurre al minimo i disagi delle famiglie i cui minori risultano in regola con gli obblighi vaccinai i previsti, i Servizi vaccinali dll’ASUR definiranno attivamente l’elenco dei soggetti che risultano, in base alle proprie anagrafi vaccinali, non in regola con gli obblighi previsti dalla Legge, dando priorità assoluta ai bambini di età compresa tra 0 e 6 anni con obblighi collegati alla frequenza delle scuole dell’infanzia (nidi e materne).

Successivamente gli stessi Servizi ·avvieranno le procedure di invito alla vaccinazione con inoltro di comunicazione scritta (lettera raccomandata ai genitori degli inadempienti) con invito alla vaccinazione utilizzando il fac-simile allegato (allegato A). Tale invio avverrà peri genitori di bambini di età compresa tra O e 6 anni non oltre il 6 settembre. Per i bambini di età compresa tra 6 e 16 anni avverrà entro il 10 ottobre.

Tale lettera di invito sarà spedita in due copie; una copia conterrà anche l’attestazione di volontà di adesione, che dovrà essere sottoscritta dai genitori/tutori dei bambini e consegnata dagli stessi alle direzione scolastiche o referenti delle strutture educative per l’infanzia, entro le date previste dall’art. 5 della L. 119/2017 (Allegato Al). Tale sottoscrizione rappresenta infatti copia di formale richiesta di vaccinazione ali’ Area Vasta ASUR territorialmente competente; detta vaccinazione dovrà essere effettuata entro la fine dell’anno scolastico. La presentazione della richiesta può essere eventualmente dichiarata, in alternativa, avvalendosi del modello di dichiarazione sostitutiva (Allegato B).

Qualora, per varie evenienze, si verifichi il caso in cui i genitori di soggetti non vaccinati non ricevano la nota ASUR (modello A – Al), gli stessi possono attivamente richiedere le vaccinazioni al Servizio dell’ Area Vasta ASUR competente per territorio mediante l’Allegato A2. Tale richiesta va
consegnata o spedita con posta certificata o mediante raccomandata al Servizio vaccinale e, in copia, consegnata alla Scuola.

I genitori dei bambini in regola con le vaccinazioni, che non riceveranno la lettera raccomandata da parte dei Servizi vaccinali ASUR, potranno compilare e firmare il modulo di autocertificazione (Allegato B) scaricabile online dai siti della Regione Marche ed ASUR, del MIUR e del Ministero
della Salute e consegnarlo, nei tempi indicati dall’art. 5 della norma in oggetto, ai dirigenti scolastici o ai referenti delle strutture educative dell’infanzia.”

circolare 

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare