Obbligo vaccinale scuola, per nominare i supplenti bisogna attendere la risposta dei titolari entro 5 giorni

WhatsApp
Telegram

Dal 15 dicembre è scattato l’obbligo vaccinale per il personale docente e Ata. Nonostante a scuola ci sia un alto numero di vaccinati con le prime due dosi e negli ultimi giorni stanno crescendo anche le somministrazioni della terza, i numeri di insegnanti e Ata non vaccinati restano importanti. Chi non adempirà agli obblighi di legge sarà sospeso. Al loro posto ci saranno dei supplenti. Ma non sarà facile gestire le sostituzioni.

Ricordiamo che la norma prevede come la mancata presentazione della documentazione determini l’inosservanza dell’obbligo vaccinale che il dirigente scolastico, per iscritto e senza indugio, comunica al personale interessato.

All’inosservanza dell’obbligo consegue l’immediata sospensione dal diritto di svolgere l’attività lavorativa con diritto alla conservazione del rapporto di lavoro: non sono dovuti retribuzione né altro compenso o emolumento comunque denominati.

Ci sono cinque giorni per rispondere all’invito del dirigente scolastico in merito alla regolarità dello stato vaccinale. Bisogna dunque attendere i 5 giorni per la risposta dei docenti titolari. Fino a quel momento si può sostituire solo chi è assente per altri motivi.

Dunque, non saranno giorni semplici per le scuole dato che in molti casi, l’attesa della risposta del titolare non ancora in regola potrebbe creare cattedre scoperte per qualche giorno, senza la possibilità di poter nominare un supplente.

Se consideriamo anche fattori come quello della strutturale carenza di supplenti in alcuni territori d’Italia, che potrebbe anche aumentare visto che chi dovrà sostituire il docente titolare non vaccinato dovrà essere egli stesso in regola con i vaccini, allora la questione sarà certamente di grande interesse nei prossimi giorni.

Al momento, in base alle prime testimonianze, specialmente in alcune zone d’Italia, sono arrivati da ieri molte segnalazioni di personale scolastico in malattia. Ricordiamo, tuttavia, che nei cinque giorni previsti per presentare al dirigente scolastico la regolarità dello stato vaccinale, il lavoratore può recarsi a scuola regolarmente.

Obbligo vaccinale docenti e Ata, tutto quello che è necessario sapere

Obbligo vaccinale docenti e Ata, così funzionerà il controllo: luce verde vaccinato, luce rossa non vaccinato. La circolare del Ministero [PDF]

Obbligo vaccinale docenti e Ata, preside può delegare per la verifica. CIRCOLARE

Obbligo vaccinale docenti e Ata, privacy e trattamento dei dati: le indicazioni per i dirigenti scolastici CIRCOLARE

Obbligo vaccinale docenti e ATA: sospensione, terza dose, supplenze [le nostre FAQ AGGIORNATE]

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito