Obbligo vaccinale docenti e ATA dal 15 dicembre: cosa fa il Dirigente Scolastico, e da quando?

WhatsApp
Telegram

L’obbligo vaccinale introdotto per il personale scolastico dal 15 dicembre dal DL 26 novembre 2021, ancora da discutere in Parlamento, presenta delle difficoltà di interpretazione che solo una nota del Ministero e probabilmente anche qualche modifica nell’iter potrà dirimere.

Chi riguarda l’obbligo vaccinale

Tutto il personale scolastico

  • del sistema nazionale di istruzione (quindi scuole statali e paritarie)
  • delle scuole non paritarie
  • dei servizi educativi per l’infanzia di cui all’articolo 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65
  • dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA)
  • dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale (IeFP)
  • dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore (ITS)

Pertanto non c’è una data unica per tutti ma bisogna seguire le circolari del Ministero della Salute che indicano l’intervallo di tempo tra prima, seconda e terza dose, nonché la possibilità di effettuare la terza dose entro il termine di validità della certificazione Covid  19.

Circolare del Commissario Straordinario Francesco Figliuolo, in cui si indica la priorità nell’accesso ad hub e centri vaccinali per il personale che ha l’obbligo.

Cosa devono fare i Dirigenti Scolastici

I dirigenti scolastici

  • devono verificare la sussistenza dei requisiti per il personale Obbligo vaccino dal 15 dicembre: docenti e ATA in malattia, maternità e congedi retribuiti cosa devono fare?
  • in caso di assenza di vaccinazione o mancata presentazione della richiesta di vaccinazione invitano il personale a produrre entro cinque giorni la documentazione relativa alla vaccinazione, al differimento o all’esenzione dalla stessa, ovvero la richiesta di vaccinazione da eseguirsi in un termine non superiore a venti giorni dall’invito e da trasmettere entro tre giorni dalla somministrazione.

Qualora, trascorsi questi termini, viene accertata l’inosservanza all’obbligo i Dirigenti Scolastici dovranno sospendere il personale dall’attività lavorativa, attraverso comunicazione scritta.  Fino a quando dura eventuale sospensione

Il Dirigente Scolastico dovrà altresì provvedere alla sostituzione del personale sospeso, mediante l’attribuzione di “contratti  a tempo determinato che si risolvono di diritto nel momento in cui i soggetti sostituiti, avendo adempiuto all’obbligo vaccinale, riacquistano il diritto di svolgere l’attività lavorativa.”

Quanto durerà la supplenza? Tanti i dubbi

Quando deve partire l’azione di controllo del Dirigente Scolastico?

La domanda viene posta dal sindacato Cisl Scuola al Ministero in occasione del Tavolo permanente sulla sicurezza

“L’azione di controllo del dirigente scolastico deve essere attivata a partire dal 15 dicembre2021? In attesa che il dipendente fornisca la documentazione prevista, ha comunque accesso ai locali scolastici?”

E ancora “Quale modalità sarà adottata dal Dirigente scolastico per l’accesso alle informazioni circa lo stato vaccinale di dipendenti? Si prevede, di adeguare la piattaforma in uso? Il dipendente può consegnare la copia cartacea del Green pass e, se sì, con quali modalità procedurali?”

Tutti i quesiti posti dal sindacato CISL sul DL 26 novembre 2021

Il sindacato ANIEF propone invece delle FAQ con risposta, aggiornate al 30 novembre 2021

“9) Il DS puó mandare lettera per regolarizzarsi col vaccino prima del 15 dicembre?

Assolutamente no, dalla lettura del combinato disposto dei commi 1 e 3 dell’articolo 2 del dl, la verifica dell’obbligo da parte del dirigente scolastico deve avvenire immediatamente il 15 dicembre. In tal caso, è possibile richiedere l’intervento del sindacato per l’annullamento dell’eventuale circolare”

N.B. Tutte le indicazioni proposte non sono ancora ufficiali, è necessario attendere le note ministeriali.

DECRETO LEGGE IN GAZZETTA UFFICIALE [PDF]

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiornato con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO