Obbligo vaccinale, Bianchi sta con Draghi: “Laddove vi fossero dei rischi useremo tutti gli strumenti”

Stampa

Patrizio Bianchi segue il premier Draghi sulla questione obbligo vaccinale, sottolineando che “laddove vi fossero dei rischi useremo tutti gli strumenti”, ha detto il ministro dell’Istruzione a Sky Tg24.

Come ha detto il presidente del Consiglio siamo pronti, in ogni condizione. Credo sia necessario fare appello alla maturità dei ragazzi, che più di tutti gli altri hanno risposto al nostro appello a vaccinarsi. Laddove vi fossero dei rischi useremo tutti gli strumenti“, dice Bianchi.

Infatti, pochi giorni fa il presidente del Consiglio in conferenza stampa aveva risposto che in caso di necessità la soluzione obbligo vaccinale verrà presa in considerazione.

In Italia, al momento, il vaccino è disponibile dai 12 anni in su. “In questo il governo è determinato perché la sicurezza dei ragazzi è la sicurezza del nostro Paese, unica condizione per un rilancio vero e per tornare a vivere in una nuova normalità. Il governo responsabilmente userà tutti gli strumenti, ragioneremo e faremo tutte le verifiche“, aggiunge.

Il Ministro torna sulla mascherina obbligatoria in classe e sulla deroga possibile a cui sta lavorando: “Il decreto del 6 agosto prevede in maniera molto chiara che in classe occorre indossare la mascherina. Ma è prevista anche una importante deroga, in una classe in cui tutti sono vaccinati c’è la possibilità di toglierla. Questo dice il decreto dando un forte incentivo a vaccinarsi, ma dice anche che questo deve essere regolamentato attentamente da linee guida che noi stiamo scrivendo, con il ministro della Salute e con il Garante della privacy. Tuteleremo la privacy di tutti e tuteleremo i più fragili. Questa è la linea del governo“, ribadisce Bianchi.

 

Faccio mio l’appello del presidente della Repubblica. Ragazzi vaccinatevi, non fatelo solo per voi ma per i vostri compagni, per i vostri amici per la vostra famiglia“, conclude.

E ancora: “Non si abbassa la guardia di un centimetro, tutti allerta, tutto il personale, i ragazzi le famiglie, dobbiamo stare attentissimi, non possiamo permetterci neanche una distrazione – afferma – Per fare questo bisogna vaccinarsi. La vaccinazione è necessaria, lo ha detto oggi come sempre in maniera mirabile il presidente Mattarella, la scuola è con lui“.

 

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione