Obbligo scolastico fino a 18 anni, un emendamento PD alla legge di stabilità

L’agenzia stampa Public Policy comunica che il Partito Democratico ha presentato nella commissione Bilancio al Senato, Firma Fancesca Puglisi (ex responsabile scuola del PD), un emendamento che innalza l’obbligo scolastico da 16 a 18 anni, a partire dall’anno scolastico 2014-2015.

L’agenzia stampa Public Policy comunica che il Partito Democratico ha presentato nella commissione Bilancio al Senato, Firma Fancesca Puglisi (ex responsabile scuola del PD), un emendamento che innalza l’obbligo scolastico da 16 a 18 anni, a partire dall’anno scolastico 2014-2015.

Conseguentemente l’età per l’accesso al lavoro verrà alzata a 18 anni. L’emendamento inoltre cancella "l’apprendistato per la qualifica e per il diploma professionale", con il quale al momento possono essere assunti con contratto di apprendistato – anche per l’assolvimento dell’obbligo d’istruzione – gli studenti che abbiano compiuto il 15 anno di età.

La durata del contratto è determinata in considerazione della qualifica o del diploma da conseguire e non può in ogni caso essere superiore, per la sua componente formativa, a tre anni. Al momento, infatti, l’obbligo di
istruzione si può assolve anche con i percorsi di apprendistato.

Ma l’emendamento Pd chiede la soppressione della norma e stabilische che i contratti di apprendistato professionalizzante (o di mestiere) possano essere stipulati solo con soggetti maggiorenni. Stessa cosa per il contratto
di apprendistato di alta formazione. SOR per Public Policy

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere