Obbligo scolastico a 18 anni, la proposta di Crepet: “Se non si investe nella scuola si ha abbandono scolastico”

WhatsApp
Telegram

“Se non si investe nella formazione, nella scuola, si ha un abbandono scolastico. Perché non portare l’obbligo scolastico a 18 anni? Perché non abbiamo il coraggio di dire: 18 anni, punto e basta?”.

Lo ha detto lo psichiatra e sociologo Paolo Crepet nel corso del suo intervento del 19 gennaio alla trasmissione di La7 “Piazzapulita“.

Crepet, poi, torna a parlare dell’importanza dei mesterei manuali: “Occorre investire negli istituti tecnici. Perché i nostri figli vanno al classico?”.

A tal proposito racconta un aneddoto: “Noi genitori abbiamo smesso di raccontare ai figli alcuni mestieri. Vicino a Udine c’era un istituto tecnico famoso per la falegnameria perché c’era il centro della sedia dove si faceva l’80 per cento delle sedie nel mondo, ora quell’istituto ha chiuso perché non c’è nessuno che si iscrive. Perché? E’ un problema educativo non economico”, ha aggiunto.

Poi si rivolge ai genitori: “Se io tolgo il desiderio nei bambini dando loro tutto, questi crescono avendo tutto senza volere nulla. Se non desideri nulla come fai ad avere una passione?”,

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur