Obbligo mascherina dai 6 anni, a Sassari mamme in rivolta. Medici: studenti a scuola senza nessun controllo, andava fatto almeno il sierologico

Stampa

In base alle disposizioni dell’ultimo Dpcm, da domani gli alunni dai sei anni in su saranno a scuola con l’obbligo di tenere la mascherina anche al banco. Gli studenti delle scuole superiori seguiranno invece le lezioni a distanza.

L’idea di far indossare per tutte le ore a scuola la mascherina ai bambini non è piaciuta alle mamme degli alunni delle scuole sassaresi, che, segnala Sassari oggi, sono in rivolta.

Secondo i medici, a questo punto, sarebbe meglio la didattica a distanza per tutti, anche per i più piccoli. “Gli studenti sono entrati a scuola senza nessun controllo. Infatti, da subito sono aumentati i casi di positività. E non è possibile che una comunità vasta come quella scolastica, sia stata lasciata al caso. I positivi hanno circolato tra le scuole e le famiglie. Con un’attività preventiva si poteva fare diversamente”, attacca Nicola Addis, presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Sassari. “La didattica a distanza in questo momento appare l’unica soluzione. Prima di riaprirle almeno il test sierologico doveva essere fatto”, aggiunge.

Per quanto riguarda l’uso obbligatorio della mascherina, durante tutte le ore di lezione come previsto dal nuovo decreto, Maria Antonietta Mulas, gestore della scuola dell’infanzia Sacro Cuore di Mores ritiene che “per i bambini più piccoli come quelli ai quali per tanti anni ho insegnato io, portarla sia un sacrificio. Personalmente, avendo avuto sin da ragazza difficoltà respiratorie, se fossi stata ancora in servizio come insegnante, avrei dovuto mettermi in malattia“.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia