Obbligo istruzione. In Toscana intesa per percorsi ad hoc per cittadini stranieri

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Grazie ad un’intesa che sarà firmata mercoledì 7 giugno alle ore 11.30 , da Regione Toscana, Ufficio scolastico regionale, Rete dei Centri per l’istruzione degli adulti, saranno realizzati percorsi specifici per adulti che non hanno assolto o non sono in grado di dimostrare di aver assolto all’obbligo di istruzione, passaggio essenziale per accedere ai tirocini non curriculari.

L’iniziativa si rivolge, in particolare, ai cittadini stranieri che spesso, pur avendo titoli di studio o competenze acquisite nei paesi di orgine, non sono in grado di esibirne la certificazione. Si tratta di una misura che punta a favorire l’integrazione dei cittadini stranieri, qualificandone la presenza attraverso la certificazione delle competenze di base legate all’obbligo di istruzione.

Per la Regione firmeranno l’intesa l’assessore all’istruzione Cristina Grieco e l’assessore all’immigrazione Vittorio Bugli. Per l’ufficio scolastico Domenico Petruzzo, per la rete dei CPIA Patrizia Matini. I contenuti saranno illustrati con una conferenza stampa (11.30, Sala Cutuli, Palazzo Strozzi Sacrati, piazza Duomo 10, Firenze).

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione