Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Nuovo PEI, si può indicare la partecipazione dello studente con disabilità ad attività fuori dall’aula?

Stampa

Se la scuola ha definito un’attività stabilita anche dal Glo e quella attività può essere utile per un progetto di vita dello studente con disabilità, può essere inserito all’interno del piano nella attività progettuali.

È uno dei punti trattati in diretta, nel corso dello speciale di Orizzonte Scuola Tv dedicato al Nuovo PEI da Stefania Pinnelli, docente dell’UniSalento.

L’esperta però precisa: “devono essere scelte funzionali alla migliore qualità di vita della persona e garantire una progettualità futura. E’ preferibile riservare delle attività mirate che possano servire per ricostruire il quadro generale della formazione“.

Evidenziando anche un altro aspetto: “Senza che questo si debba tradurre nella legittimazione dell’uscita dall’aula. L’esonero non è mai legittimato. Non dobbiamo avere paura di svolgere attività funzionali. Dobbiamo garantire il massimo del funzionamento possibile“.

Quindi se è giustificato, tutto questo va bene. Queste attività possono essere inserite nel PEI.

RIVEDI LO SPECIALE

 

Stampa
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur