Nuovo PEI, nuove modalità assegnazione ore sostegno ad alunni con disabilità al passaggio di grado?

Stampa

“I nuovi modelli di PEI sono universalmente adottati … a decorrere dall’anno scolastico 2021/22 … “, così ha scritto il Ministero dell’Istruzione nella nota n. 40 del 13 gennaio 2021. Secondo quale tempistica vanno applicate le disposizioni relative alle nuove modalità di individuazione e assegnazione delle risorse di sostegno?

Nuovo PEI, proposta ore di sostegno: nuova prospettiva ICF. Tempistica e info utili

Decreto 182/2020

In applicazione di quanto previsto dal D.lgs. n. 66/2017, come modificato dal D.lgs. n. 96/2019, il Ministero dell’Istruzione, di concerto con il MEF, con il DI n. 182/2020 ha adottato i nuovi modelli nazionali di PEI (scuola dell’infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado) e le relative Linee Guida ed ha definito le nuove modalità di assegnazione delle misure (ore comprese) di sostegno agli alunni con disabilità.

Il citato Decreto Interministeriale è stato trasmesso dal MI con nota n. 40 del 13 gennaio 2021, ove è stata ricordata anche la tempistica di applicazione delle nuove misure:

  1. attuazione immediata (quindi già dall’a.s. 2020/21): PEI “provvisorio”, redatto (entro il 30 giugno) per gli alunni che ricevono la certificazione di disabilità ovvero che si iscrivono a scuola per la prima volta (in genere bambini di scuola dell’infanzia; scriviamo in genere, in quanto trattasi di ordine di scuola non obbligatorio, per cui potrebbe trattarsi anche di bambini che si iscrivono alla classe prima di scuola primaria); abrogazione OM n. 90/2001; disposizioni relative al Curricolo dell’alunno;
  2. dall’a.s. 2021/22: adozione dei nuovi modelli di PEI, pur in attesa delle Linee Guida, che dovevano essere emanate entro 180 giorni dall’entrata in vigore del D.lgs. 66/2017, come modificato dal D.lgs. 96/2019,  con decreto del Ministro della Salute (di concerto con i Ministri dell’Istruzione, del Lavoro e delle Politiche sociali, dell’Economia e delle Finanze, per la Famiglia e le Disabilità, per gli Affari regionali e le Autonomie), sentito l’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica, previa intesa in sede di Conferenza Unificata [Linee guida contenenti: a) i criteri, i contenuti e le modalità di redazione della certificazione di disabilità in età evolutiva ai fini dell’inclusione scolastica, secondo la Classificazione Internazionale delle Malattie (ICD) e la Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute (ICF) dell’OMS; b) i criteri, i contenuti e le modalità di redazione del Profilo di funzionamento, tenuto conto della classificazione ICF dell’OMS];
  3. dopo l’emanazione delle suddette Linee Guida: nuove modalità di certificazione ai fini dell’inclusione scolastica.

Applicazione nuove modalità assegnazione sostegno e nuovo PEI

Il summenzionato decreto legislativo n. 96/2019 ha aggiunto all’articolo 19 del D.lgs. n. 66/2017 il comma 7-bis:

7-bis. Al fine di garantire la graduale attuazione delle disposizioni di cui al presente decreto, fermo restando quanto previsto al comma 2, le disposizioni di cui all’articolo 5, commi da 1 a 5, all’articolo 6, all’articolo 7 e all’articolo 10 si applicano, alle bambine, ai bambini, alle alunne, agli alunni, alle studentesse e agli studenti certificati ai sensi della legge 5 febbraio 1992, n. 104, al passaggio di grado di istruzione.

Alla luce del comma sopra riportato, al fine di consentire una graduale attuazione delle disposizioni in esame, le novità relative alle commissioni mediche e al nuovo documento che ricomprende la DF e il PDF, cioè il Profilo di Funzionamento (art. 5), il nuovo PEI (art. 7) e quindi i nuovi criteri che ne stanno alla base, nonché le nuove modalità di “Individuazione e assegnazione delle misure di sostegno (art. 10) dovrebbero applicarsi al passaggio di grado di istruzione, ossia ai bambini/alunni che passano:

  • dalla scuola dell’infanzia alla primaria;
  • dalla scuola primaria alla secondaria di primo grado
  • dalla scuola secondaria di primo grado alla secondaria di secondo grado.

Quanto detto è supportato anche dalla lettura del suddetto comma 7-bis fatta dal TAR Lazio nella sentenza n. 01322/2021 del 15 marzo 2021. Un chiarimento in merito da parte del Ministero sarebbe comunque opportuno.

nota n. 2567 del 23 agosto 2021

DI 182/2020

Inclusione e nuovo PEI – Pagina Ministero

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione