Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Nuovo nato in famiglia: le detrazioni in busta paga spettano?

WhatsApp
Telegram

Se in famiglia c’è un nuovo nato c’è diritto alla diminuzione delle trattenute in busta paga?

I lavoratori dipendenti hanno diritto oltre che alle detrazioni per lavoro dipendente anche a quelle per eventuali familiari a carico che devono essere richieste annualmente al datore di lavoro. Ma cosa fare se in famiglia c’è un nuovo nato? Rispondiamo alla domanda di un nostro lettore che ci scrive:

Buongiorno un informazione. A me me nata una bimba a metà febbraio. Le trattenute in busta paga diminuiscono automaticamente?

Detrazioni nuovi nati, spettano?

Con l’introduzione dell’assegno unico per i figli fino a 21 anni non sono più riconosciute le detrazioni familiari a carico perché sono state assorbite dalla nuova misura. Di fatto, quindi, per la sua bimba appena nata non ci sarà una diminuzione delle trattenute in busta paga. Dovrà procedere, invece, a chiedere l’assegno unico quanto prima per la bimba se non lo ha già fatto.

Presentando la domanda entro il 30 giugno, infatti, si avrà diritto anche a ricevere gli arretrati a partire da marzo. Per avere diritto all’importo pieno dell’assegno, in ogni caso, serve essere in possesso di un ISEE 2022 in corso di validità.

Detrazioni figli maggiorenni

Una precisazione fatta dall’INPS nella circolare 23 del 9 febbraio 2022  chiarisce, invece, come comportarsi se un figlio destinatario dell’assegno unico compie i 21 anni dopo il 31 marzo 2022. In questo caso per il figlio in questione non viene più erogato l’assegno unico e si ha, quindi, nuovamente diritto alle detrazioni in busta paga. Che, però, non saranno erogate automaticamente ma occorre presentare al proprio datore di lavoro una comunicazione. Per i dipendenti pubblici l’aspetto è stato posto in evidenza anche su NoiPA

su cui si legge “Sempre a partire dallo stipendio di marzo 2022, le detrazioni fiscali saranno automaticamente riconosciute dal 1° marzo soltanto per i figli con 21 anni compiuti entro il 31 marzo 2022, se già presenti in banca dati NoiPA. Gli amministrati con figli (fiscalmente a carico) che compiranno 21 anni dopo il 31 marzo 2022, dovranno presentare una nuova domanda di detrazioni.”

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur