Nuovo Governo, oggi il voto su Rousseau. Azzolina: “Voterò sì. Al Governo per investire 10 miliardi sulla scuola”

Stampa

Giornata chiave in vista della formazione del nuovo Governo: oggi è previsto dalle 10 alle 18, il voto degli iscritti della piattaforma Rousseau che indicheranno al Movimento Cinque Stelle se partecipare al Governo Draghi oppure no. Chi ha le idee chiare è Lucia Azzolina, Ministra uscente del Governo Conte bis.

Voterò sì. Sì all’idea di provare ad essere ancora protagonisti nelle scelte e nella vita politica di questo Paese. La prima forza parlamentare non può non ambire ad avere una sua centralità, anche nell’azione del prossimo Governo“, dice Azzolina.

Secondo Azzolina, è giusto entrare nell’esecutivo Draghi “perché, semplicemente, è al Governo che si fanno le cose. È stando al Governo che puoi introdurre il Reddito di Cittadinanza, una conquista che andrà tutelata e sostenuta nel tempo. È stando al Governo che puoi decidere di investire 10 miliardi sulla scuola, interrompendo finalmente la stagione dei tagli”.

Inoltre, “il Governo che sta per nascere infatti dovrà portare il Paese fuori dall’emergenza sanitaria e da quella economica. È importante che ci sia una voce in grado di tutelare le fasce più deboli, pensare ai giovani, all’ambiente, alle donne che hanno perso il lavoro. Alla scuola“.

Azzolina però non si fa illusioni ed è consapevole che “non tutto sarà perfetto. Sarà anzi una sfida durissima“.

Tuttavia, “non credo all’idea di fermarsi adesso. Di fronte alla responsabilità di dare delle risposte ai cittadini non c’è alternativa, se non quella di rimboccarsi le maniche“.

Il quesito che si dovrà votare sulla piattaforma Rousseau: “Sei d’accordo che il MoVimento sostenga un governo tecnico-politico: che preveda un super-Ministero della Transizione Ecologica e che difenda i principali risultati raggiunti dal MoVimento, con le altre forze politiche indicate dal presidente incaricato Mario Draghi?”

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur