Nuovo esame di maturità, bocciato dai docenti. Studenti in corteo a febbraio. Bussetti: state tranquilli

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Non piace questo nuovo esame di maturità agli studenti, infatti, giorno 22 febbraio sono previste in molte città italiane cortei studenteschi per protestare contro questo nuovo cambiamento delle regole degli esami di Stato.

Il NO degli studenti

Tra i principali motivi di dissenso, il tempo. Infatti gli studenti ritengono insufficiente il tempo concesso per la seconda prova. Preoccupazione anche per la prova Invalsi che sarà introdotta il prossimo anno.

Il NO dei docenti

Anche i docenti hanno espresso qualche perplessità. Infatti, un nostro sondaggio avviato tramite la pagina FaceBook ha bocciato il nuovo esame di maturità con un 78% di partecipanti che ha espresso una considerazione negativa.

Maura, ad esempio, afferma che “Non si cambiano i giochi in corso di anno…si doveva dare più tempo ai docenti x preparare i ragazzi

Lerio critica l’abolizione della tesina, perché “dava la possibilità allo studente di mettere in pratica le sue abilità interdisciplinari dando un senso al suo percorso liceale e aprire uno spiraglio alla sua carriera universitaria.

Ierene è favorevole al cambiamento, ma “fatto nei tempi giusti… Non in corso d’anno.

Anche se Claudia commenta “I cambiamenti non sono mai visti bene neanche ai tempi miei…

Bussetti, tranquilli

Ieri, il Ministro Bussetti è intervenuto al TgCome 24 affrontando anche la questione degli esami di maturità. “Agli studenti dico di stare tranquilli, ai docenti di accompagnare i ragazzi verso l’esame, e noi, da parte nostra, abbiamo ben presente la situazione”.

Il Ministro ha anche anticipato che si sta già lavorando sulle tracce e ha, inoltre, assicurato che le griglie di correzione dei compiti garantiranno una maggiore omogeneità a livello nazionale nei giudizi finali.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione