Nuovo Dpcm, quali regioni sono in zona rossa? Rezza: in via di valutazione

Stampa

Quali regioni sono in zona rossa “è ancora in via di valutazione: è un combinato disposto di criteri di incidenza e tendenza, valore Rt e 21 indicatori compresi quelli di resilienza, cioè su quanto il sistema è in grado di rispondere”.

Lo ha detto il direttore del dipartimento prevenzione del ministero della salute Gianni Rezza alla conferenza stampa al ministero.

“Credo che l’applicazione di zone rosse da parte delle Regioni, a parti piccole del territorio, a livello subregionale – ha sottolineato – sia un meccanismo del tutto praticabile”.

L’attesa cresce in queste ore poiché le misure del nuovo Dpcm del 3 novembre sono suddivise in base alle zone: alcune sono specifiche per le aree caratterizzate da uno scenario di elevata gravità e da un livello di rischio alto, altre ancora per le aree caratterizzate da uno scenario di massima gravità e da un livello di rischio alto.

Nelle zone rosse è prevista l’attività didattica in presenza dall’infanzia alla prima media. Su tutto il territorio nazionale e nelle zone arancioni soltanto le scuole secondarie di secondo grado saranno in didattica a distanza.

Nuovo DPCM: riunioni collegiali solo online, stop a viaggi istruzione tranne PTCO, mascherine, attivazione DAD. Schema per punti

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia