Nuovo Dpcm, Marsilio (Abruzzo): “Siamo in zona arancione. La scuola superiore continua in presenza al 50%”

WhatsApp
Telegram

La regione Abruzzo a partire da domenica 17 gennaio sarà di nuovo zona arancione. Lo ha comunicato il presidente della Regione Marsilio a seguito della telefonata ricevuta dal ministro Speranza che ha informato il governatore della decisione presa dalla cabina di regia.

Nonostante un rischio complessivo moderato, riporta una nota della Regione, probabilità moderata di un aumento dei casi, nessuna allerta particolare, l’indice rt è all’1,12 e per questo è scattata la zona arancione come previsto dalle nuove misure più stringenti imposte dal dpcm appena firmato:

“Purtroppo la nuova soglia più restrittiva recentemente approvata dal Governo produce questo risultato. Torneranno quindi a chiudere bar e ristoranti, che potranno tornare a fare solo asporto. I bar con la nuova ulteriore limitazione fino alle ore 18. Per le scuole nessun cambiamento: continueranno a fare la didattica a distanza al 50% come avviene già da lunedì.  Rinnovo con ancora maggior vigore la richiesta al Governo di fare presto con gli indennizzi, altrimenti queste nuove restrizioni rischiano di trasformarsi in una mazzata mortale per interi settori”, ha detto Marsilio.

Marsilio auspica anche maggiore attenzione per la filiera del turismo invernale, con la riapertura che slitta al 15 febbraio, che per molti impianti significa di fatto aver perso quasi l’intera stagione. Ricordiamo che in zona arancione sono consentiti gli spostamenti all’interno del Comune senza autocertificazione, mentre per uscire fuori dal territorio comunale di residenza, domicilio o dimora è necessario avere motivi di lavoro, salute o necessità, conclude la nota della Regione Abruzzo.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur