Nuovo DPCM, Fontana lancia l’allarme: “Il 20 dicembre può essere il giorno di una nuova ‘fuga’ dal Nord”

Stampa

Il nuovo DPCM fa già discutere, in particolare per la misura introdotta sullo stop agli spostamenti da una regione all’altra per il periodo natalizio, anche per raggiungere le seconde case.

A Mattino 5, il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, lancia l’allarme: “Il 19 e il 20 dicembre, ovvero l’ultimo week end in cui si può partire prima delle festività natalizie “rischiamo di rivivere quello che successe nella notte fra il 7 e l’8 marzo”.

Ricordiamo inoltre che il DPCM prevede che il 25 e 26 dicembre e il 1° gennaio sono vietati anche gli spostamenti da un comune all’altro. Resta il divieto di spostarsi su tutto il territorio dalle 22 alle 5, a Capodanno sarà  esteso dalle 22 alle 7.  Ci si potrà spostare per motivi lavorativi,  motivi di salute e casi di necessità. Tra questi rientra anche  l’assistenza a persone non autosufficienti.

È sempre consentito il  rientro nel comune di residenza, nel proprio domicilio e nel luogo in cui si abita con continuità o periodicità. Questo permetterà il  ricongiungimento di coppie lontane per motivi di lavoro ma che
convivono con una certa frequenza e periodicità nella medesima abitazione.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur