Nuovo DPCM, didattica a distanza per le scuole secondarie. Sì agli spostamenti tra regioni se per motivi di lavoro o studio

Stampa

Alla Camera dei Deputati, il premier Giuseppe Conte ha illustrato le misure del nuovo DPCM che sarà varato nelle prossime ore dal governo.

Tra le misure previste anche quelle che hanno una ricaduta sulla scuola e per i concorsi. Nel DPCM si prevede “anche integralmente la didattica a distanza per le scuole di secondo grado”. Il governo prevede a livello nazionale di adottare “limiti di spostamento da e verso le regioni che presentano elevati livelli di rischio, tranne che per motivi di lavoro, studio, salute e comprovate necessità”.

NOTA BENE Le misure entreranno in vigore solo dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. I provvedimenti sono stati solo annunciati da Conte, ma non saranno ancora validi finché non ci sarà il testo definitivo firmato dal premier e controfirmato dal presidente Mattarella.

Conte ha spiegato “nel Dpcm indicheremo 3 aree con tre scenari di rischio con misure via via più restrittive”. L’inserimento di una Regione in una delle fasce avverrà “con un’ordinanza del ministro della Salute”. Questi scenari dovranno tener conto – ha spiegato il premier – dell’indice di replicabilità del virus, dei focolai e della situazione dell’occupazione dei posti letto negli ospedali.

Prevista l’interruzione della mobilità verso Regioni con “elevati coefficienti di rischio”, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute. Ci saranno anche limiti alla circolazione delle persone di sera, ma il premier Conte non ha specificato l’orario e ha parlato genericamente di “tarda serata”. Il nuovo dpcm disporrà la chiusura dei centri commerciali nei weekend e nei giorni festivi, ad eccezione di farmacie, parafarmacie, alimentari e tabacchi.

Nuovo DPCM, Conte: “Scuole secondarie al 100% in didattica a distanza, speriamo misura temporanea” [DIRETTA VIDEO]

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia