Argomenti Chiedilo a Lalla

Tutti gli argomenti

Nuovo Concorso 2023, potranno partecipare anche docenti con vincolo triennale ed essere assunti nella regione preferita. I vantaggi

WhatsApp
Telegram
#insegnanti #studenti

I docenti neoassunti in ruolo, soggetti al vincolo di permanenza triennale nella scuola di assunzione, potranno partecipare al prossimo concorso scuola secondaria ed eventualmente accettare la nuova proposta di assunzione a tempo indeterminato.

Concorso docenti procedura straordinaria, preparati: corso e simulatore con 3.500 quesiti, 150 euro

Prima di rispondere ad un quesito posto in redazione, ricordiamo i requisiti richiesti per la partecipazione ai prossimi concorsi scuola secondaria di primo e secondo grado, nonché come si articoleranno le procedure concorsuali prima e dopo la prevista fase transitoria, che accompagnerà la riforma del reclutamento, di cui al D.lgs. n. 59/2017, come modificato dal DL n. 73/2021 (convertito in legge n. 106/2021), dal DL n. 36/2022 (convertito in legge n. 79/2022) e dal DL n. 75/2023 (convertito in legge n. 112/2023).

Concorso secondaria

DM

Il MIM, come riferito in altri nostri articoli, ha già predisposto il decreto disciplinante (Regolamento) i concorsi per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli, su posto comune e di sostegno, del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado. Qui il parere del CSPI

In sede di prima applicazione delle nuove disposizioni, per assicurare il conseguimento degli obiettivi assunzionali previsti dal PNRR, la bozza di DM prevede che siano bandite due procedure concorsuali, che caratterizzeranno la fase transitoria (prevista sino al 31/12/2024, almeno sino ad oggi) e la seconda delle quali sarà avviata successivamente all’attivazione dei percorsi universitari e accademici di formazione iniziale di cui all’articolo 2-bis del D.lgs. 59/2017 e dell’attuativo DPCM 60 CFU di cui si attende a breve la pubblicazione.

Articolazione concorso

Il concorso,

durante la fase transitoria, si articolerà in:

  • prova scritta (quesiti a risposta multipla)
  • prova orale
  • valutazione dei titoli

dopo la fase transitoria, si articolerà in:

  • eventuale preselettiva (quesiti a risposta multipla)
  • prova scritta (se non si svolge la preselettiva, sarà costituita da quesiti a risposta multipla; se invece la preselettiva si svolge, sarà costituita da quesiti a risposta aperta)
  • prova orale
  • valutazione dei titoli

Requisiti ammissione prima procedura fase transitoria (alcuni requisiti sono utili alla partecipazione anche a regime)

Posti comuni (uno dei seguenti requisiti):

  • laurea di accesso alla classe di concorso + abilitazione (requisito richiesto anche quando il sistema andrà a regime);
  • diploma per ITP della tabella B del DPR 19/2016 o abilitazione (requisito valido fino al 31 dicembre 2024);
  • laurea di accesso alla classe di concorso + 3 anni di servizio negli ultimi cinque, svolti nella scuola statale, di cui uno specifico per la classe di concorso (requisito richiesto anche quando il sistema andrà a regime);
  • laurea di accesso alla classe di concorso + 24 CFU (requisito valido fino al 31 dicembre 2024).

Posti di sostegno:

  • titolo di specializzazione specifico per il grado di scuola richiesto (anche con riserva in attesa del riconoscimento).

Requisiti ammissione seconda procedura fase transitoria (alcuni requisiti sono utili alla partecipazione anche a regime)

Alla seconda procedura concorsuale potranno partecipare gli aspiranti in possesso dei requisiti sopra riportati, cui si aggiungono quelli in possesso di titolo di studio + 30 CFU/CFA del percorso universitario e accademico abilitante (sino al 31/12/2024). Tali ultimi aspiranti potranno partecipare al concorso anche con riserva di conseguimento dei suddetti 30 CFU/CFA, a condizione che, entro il termine di presentazione delle istanze di partecipazione al concorso, siano iscritti al percorso universitario e accademico abilitante e non abbiano ancora concluso l’acquisizione dei predetti 30 CFU/CFA.

Approfondisci leggendo leggi: “Concorsi scuola secondaria, requisiti di partecipazione per il primo e il secondo. Differenza abilitati e non”

Quesito

Così chiede un nostro lettore:

Sono un docente cui è stato assegnato il ruolo quest’anno. Ho una domanda riguardo al blocco triennale: se io partecipassi al concorso straordinario ter in un’altra regione e altra classe di concorso e rientrassi nei posti messi a bando, l’anno prossimo potrei scegliere di lasciare il ruolo attuale ed essere assunto per quello del concorso ter?

La risposta alla domanda è affermativa: il nostro lettore, se in possesso dei previsti requisiti, potrà partecipare al prossimo concorso per la scuola secondaria ed eventualmente essere destinatario di una nuova proposta di assunzione a tempo indeterminato, indipendentemente da eventuali vincoli legati alla precedente assunzione in ruolo (vincolo che opera dall’a.s. 2023/24) .

Nella bozza di DM disciplinante il concorso, infatti, non è previsto alcun divieto di partecipazione per i docenti già di ruolo. Analogamente, la disciplina relativa al vincolo di permanenza triennale nella scuola di assunzione non vieta l’accettazione di una nuova immissione in ruolo quanto piuttosto la  presentazione delle domande di mobilità, come si legge nell’articolo 13/5 del D.lgs. n. 59/2017, cui rinvia l’art. 399/3 del D.lgs. 297/94, in seguito alle modifiche introdotte dal DL 44/2023: […] Il docente è tenuto a rimanere nella predetta istituzione scolastica, nei medesimi tipo di posto e classe di concorso, per non meno di tre anni, compreso il periodo di prova, cui si aggiunge, per i soggetti di cui al comma 2 del presente articolo e all’articolo 18-bis, il periodo necessario per completare la formazione iniziale e acquisire l’abilitazione, salvo che nei casi di sovrannumero o esubero o di applicazione dell’articolo 33, commi 5 o 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, limitatamente a fatti sopravvenuti successivamente al termine di presentazione delle  istanze per la partecipazione al relativo concorso … 

Concorso docenti procedura straordinaria, preparati: corso e simulatore con 3.500 quesiti, 150 euro

I vantaggi del nuovo concorso

Trattandosi di un concorso ordinario, assicurerà i 12 punti previsti per la graduatoria interna di istituto e nella mobilità per i docenti di ruolo a chi non è in possesso.

Permetterà, qualora si sia inseriti anche nelle graduatorie del concorso ordinario, di essere assunti con precedenza.

Permetterà, qualora si decida di concorrere per la regione preferita, di “aggirare” il vincolo triennale di permanenza nella sede di assunzione.

La consulenza

È possibile inviare un quesito all’indirizzo [email protected] (non è assicurata risposta individuale ma la trattazione di tematiche generali).

WhatsApp
Telegram
Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]
Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza privata.

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri