Nuovo Codice della Strada, il governo prepara una stretta su monopattini e biciclette

WhatsApp
Telegram

Il Ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini, durante il question time alla Camera, ha esposto i dettagli della riforma del Codice della Strada 2023 che si appresta a varare.

Salvini ha iniziato il suo intervento ricordando le tragiche statistiche di mortalità sulle strade italiane: “3.120 morti l’anno scorso sulle strade sono un dato indegno di un Paese civile”, ha commentato. Il Ministro ha poi rivelato che una serie di modifiche al codice della strada è in dirittura d’arrivo e che una legge delega per una riforma organica dello stesso codice sarà presto portata all’esame del parlamento.

Il nuovo provvedimento è frutto di un lungo confronto con gli esperti del settore e le principali associazioni che si occupano di sicurezza stradale.

Secondo Salvini, il dibattito su queste nuove norme dovrebbe iniziare già a partire dal mese di giugno.

Le priorità della riforma, come spiegato dal Ministro, sono numerose. Al primo posto, si trova il contrasto alla guida dopo l’assunzione di sostanze stupefacenti. A questo proposito, Salvini ha proposto l’introduzione del cosiddetto ‘ergastolo della patente’. Questa drastica misura prevede la revoca permanente della patente per coloro che vengono sorpresi alla guida sotto l’effetto di droghe.

Una seconda proposta è l’alcol-lock, un dispositivo che impedisce l’avvio dell’auto in caso di stato di ebbrezza del conducente. Questo strumento rappresenterebbe un ulteriore deterrente per la guida in stato di ebbrezza, problema che ancora affligge le strade italiane.

Il Ministro ha poi annunciato una serie di misure volte a sospendere la patente di guida per coloro che commettono sistematiche violazioni del codice della strada. L’obiettivo di queste modifiche è aumentare la responsabilità dei conducenti, puntando su una cultura della prevenzione anziché della punizione.

Infine, Salvini ha annunciato interventi specifici per le due ruote, con l’introduzione dell’obbligo di casco, assicurazione, targa e freccia per monopattini e bici. Questa mossa segna un passo importante nella regolamentazione di questi mezzi di trasporto, sempre più diffusi nelle città italiane.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri