Nuovo anno scolastico, Pacifico (Anief): si parte senza la sicurezza necessaria, il Green Pass è un palliativo

Stampa

“Siamo convinti che oggi non vi sono le condizioni per aprire le scuole in sicurezza: l’obbligo del Green Pass non risolve il problema della DaD ed anche per questo abbiamo deciso di indire lo sciopero per tutto il personale in occasione del primo giorno di scuola del nuovo anno scolastico”: a dirlo è stato oggi Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, durante un intervento a Lady Radio.

Il sindacato è preoccupato: l’anno scolastico si apre con in condizioni inadeguate. Lo ha ribadito il leader dell’Anief durante la trasmissione radiofonica Cosa succede in città: “Il ministero dell’Istruzione ha dichiarato Marcello Pacifico – dice addirittura che se in classe sono tutti vaccinati si può togliere la mascherina. Noi non siamo d’accordo, perché il virus c’è ancora e imperversa. La verità è che se da settembre vi sarà un caso di Covid19, subito dopo in quella classe scatterà la didattica a distanza. Anche per questo Anief non ha firmato il protocollo sulla sicurezza per il ritorno a scuola e ha indetto lo sciopero”.

 

Noi al Governo – ha continuato il sindacalista autonomo – abbiamo chiesto risposte immediate. Che però non arrivano. In Francia si fanno 600mila test salivari a settimana, mentre da noi c’è nulla. Anzi, i tamponi salivari per il Green Pass non valgono. Per noi invece servirebbe un tracciamento periodico, aperto a tutti. In secondo luogo, vanno destinati 10 miliardi del Pnrr su dei temi che vanno a ricostruire insieme la scuola del domani. Per farlo serve però il dialogo, invece il Governo è andato per la sua strada, senza ascoltarci; l’ha fatto con il Decreto Sostegni Bis ed ora con il Decreto Legge 111”. Il decreto che Anief ha impugnato in tribunale con 3mila ricorsi presentati in pochi giorni.

 

Il sindacato autonomo continua a raccogliere adesioni ai ricorsi contro il Green Pass, da parte di dipendenti e studenti universitari che non accettano la violazione discriminatoria di sottoporsi a tampone ogni due giorni per entrare negli istituti scolastici e negli atenei.

Come continua la raccolta delle firme per la petizione contro le relative sanzioni, che ha superato le 121mila adesioni. È poi ncora attiva anche la petizione per eliminare l’obbligo del Green Pass tra gli studenti universitari. Una ulteriore specifica petizione è stata avviata per lo sdoppiamento delle classi e il raddoppio degli organici. È stato infine confermato lo sciopero Anief nel primo giorno delle lezioni del nuovo anno scolastico, con cadenza diversa a seconda del calendario.

Stampa