Nuovo anno di prova, “peer to peer”: articolazione, durata e focus osservazione. Chi svolge relazione finale

WhatsApp
Telegram

Il “peer to peer” è una delle attività di formazione che i docenti in anno di prova dovranno svolgere: finalità, focus osservazione, attività propedeutica, svolgimento e relazione finale.

Nuovo percorso

A decorrere dall’a.s. 2022/23, tutti i docenti tenuti a svolgere l’anno di prova devono il seguire il nuovo percorso di formazione e periodo annuale di prova in servizio, introdotto dal DL n. 36/2022, convertito in legge n. 79/2022, che ha modificato quanto previsto dal D.lgs. 59/2017.

Il nuovo percorso, disciplinato dal DM n. 226/2022, si articola nella seguenti attività:

  • bilancio di competenze iniziale redatto, entro il secondo mese di servizio, dal docente in anno di prova in collaborazione con il tutor;
  • patto per lo sviluppo professionale, stabilito tra dirigente scolastico e docente in anno di prova, sentito il docente tutor, sulla base del bilancio di competenze iniziale; in esso sono definiti gli obiettivi di sviluppo delle competenze di natura culturale, disciplinare, pedagogica, didattico-metodologica e relazionale, da raggiungere attraverso le previste attività formative e la partecipazione ad attività formative attivate dall’istituzione scolastica o da reti di scuole;
  • attività formative (per un totale di 50 ore);
  • portfolio professionale (che contiene anche alcuni dei documenti prodotti e riportati nel presente elenco, come il bilancio di competenze iniziale e finale);
  • bilancio di competenze finale, stilato dal docenti in anno di prova con la supervisione del docente tutor, al fine di registrare i progressi di professionalità, l’impatto delle azioni formative realizzate e gli sviluppi ulteriori da ipotizzare;
  • colloquio innanzi al Comitato per la valutazione dei docenti;
  • test finale (contestualmente al colloquio) innanzi al Comitato per la valutazione dei docenti;
  • espressione parere da parte del Comitato;
  • valutazione finale del dirigente scolastico.

Attività formative

Le attività formative, dalla durata complessiva di 50 ore, sono le seguenti:

a. incontri propedeutici e di restituzione finale (6 ore)
b. laboratori formativi (12 ore)
c. “peer to peer” e osservazione in classe (12 ore)
d. formazione on-line (20 ore)

“Peer to peer”

Il “peer to peer” consiste in un’attività di osservazione reciproca tutor-docente in anno di prova, per cui il docente in anno di prova osserva il tutor e viceversa.

Finalità

L’attività è finalizzata al miglioramento delle pratiche didattiche e alla riflessione condivisa sugli aspetti salienti dell’azione di insegnamento.

Focus osservazione

Nel corso dell’attività gli aspetti da osservare sono i seguenti:

  1. modalità di conduzione delle attività e delle lezioni;
  2. sostegno alle motivazioni degli alunni;
  3. costruzione di ambienti di apprendimento positivi e motivanti;
  4. modalità di verifica formativa degli apprendimenti.

Articolazione

L’attività di osservazione è preceduta da una fase di progettazione ed è seguita dal confronto e rielaborazione con il tutor e dalla redazione di una relazione finale da parte del docente in anno di prova.

Nello specifico, l’attività si articola nelle seguenti fasi:

  • progettazione (si progettano le attività da svolgere durante l’osservazione);
  • osservazione del tutor da parte del docente in anno di prova;
  • osservazione del docente in anno di prova da parte del tutor;
  • verifica finale (ossia confronto e rielaborazione con il tutor);
  • relazione finale sull’attività svolta, redatta dal docente in anno di prova.

Evidenziamo che possono essere programmati, a cura del dirigente scolastico, ulteriori momenti di osservazione in classe con il docente tutor o con altri docenti, in relazione a quanto stabilito nel patto di sviluppo professionale, in cui sono stabiliti (in base al bilancio di competenze iniziale) gli obiettivi di sviluppo delle competenze di natura culturale, disciplinare, pedagogica, didattico-metodologica e relazionale, che il docente in anno di prova deve raggiungere attraverso le attività formative sopra riportate e quelle attivate dalla scuola di servizio o da reti di scuola.  

Durata

L’attività ha una durata complessiva di 12 ore, generalmente così distribuite:

  • 3 ore per la progettazione;
  • 4 ore per l’osservazione del tutor da parte del docente in anno di prova;
  • 4 ore per l’osservazione del docente in anno di prova da parte del tutor;
  • 1 ora per la verifica finale.

Materiali

L’attività di osservazione va condotta sulla base della scheda allegata al DM n. 226/2022, l’Allegato A, i cui indicatori sono funzionali agli aspetti da osservare (vedi sopra “Focus dell’osservazione”).

Decreto 226/2022 

Nota

Nuovo anno di formazione e prova, chi deve svolgerlo. Differenza tra abilitati e non nel nuovo sistema di reclutamento

Neo immessi in ruolo, come si articola il nuovo anno di formazione e prova: dagli incontri propedeutici alla valutazione finale

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana