Nuovi percorsi abilitanti, possono accedere anche docenti di ruolo

Stampa

Governo e sindacati hanno raggiunto l’accordo sui principali motivi che avevano indotto le OOSS ad indire lo sciopero, ormai sospeso, per il 17 maggio.

L’intesa ha riguardato: regionalizzazione, rinnovo Contratto e aumento stipendi, personale ATA, stabilizzazione precari. L’accordo relativo a quest’ultimo tema riguarda indirettamente anche i docenti di ruolo. Vediamo perché.

Stabilizzazione precari

In base all’accordo raggiunto, i docenti precari con almeno tre annualità di servizio potranno arrivare all’immissione in ruolo tramite due percorsi:

  • il concorso ordinario, con particolari agevolazioni (posti quota riservata tra il 35 – 50%, no preselettiva, no 24 CFU)
  • il corso abilitante speciale, svolto presso le Università.

Entrambi i percorsi si prefiggono l’immissione in ruolo dei docenti: il concorso prevede una procedura più lunga, mentre il PAS  una più snella.

Docenti di ruolo

Ai succitati percorsi abilitanti (PAS) potranno accedere anche i docenti di ruolo per il conseguimento di un’ulteriore abilitazione.

Il provvedimento è quanto mai necessario considerato che, dopo l’abolizione dei corsi previsti dal D.lgs. 59/2017, l’unico canale per abilitarsi sarebbe rimasto soltanto il concorso.

L’abilitazione è necessaria per coloro i quali intendono chiedere passaggio di ruolo o di cattedra nell’ambito delle procedure di mobilità.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata