Nuovi percorsi a indirizzo musicale nella scuola media: come organizzarli. Vademecum per le scuole dell’USR Toscana

WhatsApp
Telegram

Con decreto del 1° luglio e nota del 5 settembre 2022, il Ministero dell’Istruzione ha fornito indicazioni sui percorsi che, a partire dal 1° settembre 2023, andranno a sostituire gli attuali corsi delle scuole secondarie di primo grado a indirizzo musicale. L’Ufficio scolastico regionale per la Toscana ha pubblicato un interessante vademecum, utile per supportare le scuole nell’applicare quanto previsto dal decreto.

I percorsi a indirizzo musicale concorrono all’acquisizione del linguaggio musicale da parte degli alunni, integrando gli aspetti tecnico-pratici con quelli teorici, lessicali, storici e culturali attraverso l’insegnamento dello strumento musicale e della disciplina di musica.

Sono attribuite, nell’organico dell’autonomia, per ogni percorso a indirizzo musicale, quattro diverse cattedre di strumento musicale, articolate su tre gruppi, ciascuno corrispondente ad un anno di corso. Ogni docente di strumento musicale, pertanto, effettuerà insegnamenti pari a sei ore settimanali per ciascun sottogruppo.

La costituzione di percorsi a indirizzo musicale è subordinata all’acquisizione di strutture e strumentazioni idonee a garantire lo svolgimento di tutte le attività previste dall’articolo 4 del decreto ministeriale 176/2022:

a) lezione strumentale, in modalità di insegnamento individuale e collettiva;
b) teoria e lettura della musica;
c) musica d’insieme.

Vademecum

Non più corsi ma percorsi

Ogni scuola elabora un regolamento

Adeguare indirizzi già avviati

Le nuove richieste

Vademecum USR Toscana

Nuovi percorsi a indirizzo musicale nella scuola media: in vigore da settembre 2023 [NOTA e DECRETO]

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana