Nuove regole quarantena, Crisanti attacca: “Insensato distinguere fra bimbi vaccinati e non vaccinati”

WhatsApp
Telegram

“Insensato distinguere a scuola tra i bambini vaccinati e quelli non vaccinati e irrilevante cambiare la durata del Green Pass”.

È il virologo Andrea Crisanti a bocciare, di fatto, il decreto Covid emanato ieri dal governo, le cui misure principali riguardano proprio quarantene e Dad e certificato verde.

Nello specifico la scelta di differenziare su quarantene e Dad, riservandole in presenza di casi positivi in classe ai soli compagni non vaccinati.

Altro aspetto che non convince il direttore del Dipartimento di medicina molecolare dell’università di Padova è la scelta, che vale nelle scuole primarie e dell’infanzia, di mandare i non vaccinati in quarantena al quinto caso positivo rilevato in classe: “Anche questo non ha senso. Con un’infezione che ha questa capacità infettiva – osserva – anche un positivo è uno di troppo”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur