Nuove regole quarantena, Costa: “Dad solo per l’emergenza. Chi è vaccinato o guarito deve restare in classe”

WhatsApp
Telegram

Nelle prossime ore il Consiglio dei Ministri si riunirà per varare un nuovo provvedimento che modifichi, fra le altre cose, le regole per la quarantena a scuola. Fra i primi sostenitori ad intervenire in tal senso Andrea Costa, sottosegretario alla Salute.

La Dad deve davvero diventare una misura solo per l’emergenza – spiega il sottosegratario alla Salute Andrea Costa – chi è vaccinato o guarito dovrebbe poter restare sempre in classe: è anche un modo per spingere ulteriormente sulle vaccinazioni”, aggiunge.

Non cambierà sostanzialmente nulla per le scuole dell’infanzia dove i bambini non sono vaccinati e non portano le mascherine.

Saranno uniformate le norme: dalla scuola primaria alle superiori con uno o due casi si resterà in classe, mentre con 3 si finirà in Dad. Resta il tampone di controllo: ma non sarà più un doppio tampone.

Per tutti i vaccinati o i guariti fino a 18 anni la didattica a distanza verrà accorciata da 10 a 5 giorni.

Se durante l’assenza dovessero subentrare raffreddore, febbre o tosse, ci vorrà un test antigenico o molecolare di controllo prima di essere riammessi a scuola, ma non più il certificato medico che resterà valido solo per il rientro dei positivi.

Il sistema delle quarantene scolastiche per i contatti stretti di un positivo dovrebbe essere equiparato a quello in vigore per gli altri cittadini; niente isolamento ma solo auto sorveglianza per i vaccinati o i guariti da meno di 120 giorni e per chi ha il booster; 5 giorni per chi è vaccinato con seconda dose o guarito da più di 120 giorni; 10 giorni per i non vaccinati.

Nuove regole quarantena, norme uniformi da primaria alle superiori: Dad accorciata a 5 giorni, per i vaccinati tamponi solo in caso di sintomi

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur