Nuove graduatorie sostegno per il ruolo, si potranno aggiungere titoli non inseriti nelle GPS

WhatsApp
Telegram

Nelle prossime graduatorie regionali di sostegno, finalizzate all’immissione in ruolo sui relativi posti, sarà possibile dichiarare titoli non inseriti nelle GPS.

Procedura

Normativa

La procedura riservata in esame è prevista dall’articolo 1, comma 980, della legge n. 178/2020 (legge di bilancio 2021), che ha modificato l’articolo 1 del DL n. 126/2019, convertito in legge n. 159/2019, introducendo i commi  18-novies, 18-decies e 18-undecies, ed è disciplinata dal DM n. 259/2022. 

La procedura prevede l’assunzione sui posti di sostegno residuati dalle immissioni in ruolo ordinarie (compresa la Call veloce), attingendo da graduatorie regionali a tal fine costituite, prima a tempo determinato e poi indeterminatoLe predette graduatorie sono aggiornate con cadenza biennale ed è previsto l’inserimento nelle medesime di nuovi aspiranti.

Articolazione

La procedura concorsuale riservata si articola in:

  1. costituzione graduatorie regionali (che saranno aggiornate con cadenza biennale);
  2. assunzione a tempo determinato (contratto annuale al 31/08) sui posti residuati delle immissione in ruolo ordinarie;
  3. percorso di formazione e periodo annuale di prova in servizio con test finale, nel corso del contratto a tempo determinato;
  4. prova disciplinare, a seguito del superamento del percorso di  formazione e periodo annuale di prova in servizio;
  5. assunzione a tempo indeterminato dal 1° settembre dell’anno scolastico successivo a quello di assunzione a tempo determinato, previo superamento del periodo di prova e della prova disciplinare.

Modalità partecipazione

Ai fini della partecipazione alla procedura, gli aspiranti in possesso dei previsti requisiti (ossia della specializzazione su sostegno nello specifico grado) presenteranno apposita istanza in modalità telematica.

La domanda si potrà presentare per una sola regione, anche per più procedure, fermo restando il possesso dei previsti titoli (così ad esempio: il docente specializzato su sostegno nella scuola secondaria di primo e secondo grado può partecipare per l’inserimento nelle graduatorie della scuola secondaria di primo grado e in quelle della secondaria di secondo grado). Un apposito decreto ministeriale disciplinerà:

  • le modalità di presentazione dell’istanza di partecipazione;
  • le modalità di partecipazione alla procedura di costituzione delle succitate graduatorie, nonché di aggiornamento biennale delle medesime (finalizzato anche all’inserimento di nuovi aspiranti);
  • il contenuto del bando della procedura, nonché l’ammontare e le modalità di versamento del contributo di segreteria, tale da coprire integralmente la spesa di organizzazione e svolgimento della procedura.

Graduatorie

Costituzione

Una volta presentata l’istanza, gli aspiranti verranno inclusi e graduati in una graduatoria regionale (una per ciascuna procedura di partecipazione), sulla base dei punteggi derivanti dai titoli dichiarati.

I titoli valutabili sono quelli riportati nella tabella A/7, relativa alla valutazione dei titoli nelle GPS I fascia sostegno e allegata all’OM n. 112/2022, che ha disciplinato l’aggiornamento delle GPS 2022/24 e disciplinerà l’assegnazione delle supplenze per il medesimo biennio. La predetta tabella e la valutazione dei titoli da essa discendente saranno prese a riferimento, ai fini della costituzione delle graduatorie in esame, sino a quando non sarà emanato il previsto regolamento di cui all’articolo 4, comma 5, della legge n. 124/1999. 

Acquisizione titoli

Nel succitato DM 259/2022 si dispone che: “Ai fini dell’economicità e dell’efficienza dell’attività amministrativa, sono acquisiti i titoli eventualmente presentati in occasione della costituzione delle graduatorie provinciali per le supplenze e validati ai sensi dell’articolo 8, comma 8, della predetta Ordinanza”

Dunque, qualora i partecipanti alla procedura siano stati destinatari di supplenza e abbiano ottenuto la convalida dei titoli presentati in fase di costituzione/aggiornamento delle GPS, gli stessi (titoli) sono direttamente acquisiti, ossia non saranno controllati, in quanto già validati dalla scuola in cui l’aspirante ha ottenuto il primo contratto di lavoro, durante il periodo di vigenza delle GPS.

Titoli non dichiarati nelle GPS sostegno 2022/24

Quanto detto sopra in merito all’acquisizione dei titoli vuol dire che non sarà possibile aggiungere nuovi titoli rispetto a quelli già dichiarati nelle GPS sostegno I fascia? Assolutamente no.

Quando si dovrà presentare l’istanza, sarà possibile dichiarare anche nuovi titoli conseguiti dopo l’inserimento e/o aggiornamento delle predette GPS. Così, infatti, dispone l’art. 4/1 del DM 259/22, senza porre alcun paletto in merito:

I soggetti che partecipano alla procedura di cui all’articolo 1, comma 1, sono inseriti, sulla base dei titoli dichiarati e valutati ai sensi del comma 2, in una graduatoria regionale finalizzata al conferimento di contratti annuali sui posti vacanti e disponibili, residuati dalle ordinarie procedure di immissione in ruolo, ivi comprese le procedure di cui all’articolo 1, commi da 17 a 17-septies, del Decreto-legge, nei limiti delle facoltà assunzionali annualmente autorizzate.

La disposizione relativa all’acquisizione dei titoli, invece, ha la sola finalità di snellire l’attività amministrativa, evitando un controllo (sui titoli), con relativa convalida, già effettuato dalla scuola in cui l’aspirante ha ottenuto il primo contratto di lavoro, durante il periodo di vigenza delle GPS.

Assunzione docenti di sostegno: ci sarà una graduatoria biennale, requisiti per accedere e modalità. BOZZA DECRETO

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur