Nuove classi di concorso docenti – segnalazione incongruenze tra le Cl. Conc. A- 61 e A-37 (e vecchie Cl. Conc. A071, A016 e A072) – nuovi interventi

di Lalla
ipsef

red – Pubblichiamo due interventi in seguito alla pubblicazione dell’articolo di "Diritto di replica – docenti abilitati A071". Ricordiamo ancora una volta che le tabelle in discussione sono delle bozze e dunque suscettibili di revisioni anche sostanziali, pertanto le indicazioni contenute in esse non devono essere considerate come definitive.

red – Pubblichiamo due interventi in seguito alla pubblicazione dell’articolo di "Diritto di replica – docenti abilitati A071". Ricordiamo ancora una volta che le tabelle in discussione sono delle bozze e dunque suscettibili di revisioni anche sostanziali, pertanto le indicazioni contenute in esse non devono essere considerate come definitive.

Roberto Fumagalli – "Secondo me ci continuano ad essere delle inesattezze, le più evidenti sono due:

-non è vero che gli abilitati nell’attuale classe di concorso A016 lavorino più facilmente: possono praticamente insegnare solo negli ITG: quanti ce ne sono in Italia? quanti classi ci sono? (per lavorare ho dovuto prendere il titolo per il sostegno!); si vada a vedere accorpando solo la A016 con la A72 come diminuiscono le ore;

-non si dica poi che l’insegnamento di disegno ora "Tecnologie e tecniche di rappresentazione grafica 1° biennio" è un "Insegnamento "scippato" alla Cl. Conc. A071 D.M. 38/1998 " come riportato a pag. dell’allegato, perché è sempre stato insegnato da abilitati nella A016 come infatti è riportato nel DM citato:

Negli istituti tecnici per geometri

Disegno tecnico. Costruzioni. Tecnologia delle costruzioni.

Una domanda potrebbe sorgere: perché, come viene detto nell’articolo essendo tutti ingegneri ed architetti, non si sono abilitati nella A016 invece che nella A071?"

Docente precaria non abilitata – "A proposito dell’art. pubblicato, vorrei da docente precaria di a033 TECNOLOGIA SCUOLA MEDIA, far presente che se ai suddetti insegnanti verrà concesso l’allargamento delle proprie abilitazioni migliaia di altri docenti verranno scavalcati ingiustamente….il cane che si morde la coda.

Se è pur giusto riqualificare personale di Ruolo che perderà il posto (e qui il Miur mi pare abbia scritto che si prevede riqualificazione prioritariamente in base al proprio ordine di scuola, sostegno e secondariamente ordine di scuola diverso) mi pare ingiusto allargare le abilitazione anche ai precari inseriti nelle permanenti!

Tant’è che se non sbaglio il Miur per gli inseriti nelle grad. esaurimento e di istituto disse "conservano i titoli e possono accettare supplenze SOLO nelle cl. di concorso " ATTUALMENTE inserite".
Se vi dessero l’abilitazione d’ufficio per esempio in A033 che per questo decennio è stato quasi interamente occupato da docenti di terza fascia di istituto che seppur vero non abilitati (il concorso del 2000 nelle regioni del nord praticamente non fu bandito, le siss manco a parlarne tranne forse l’ultimo anno in Veneto (ma capirai quanti abilitati 30-40 al max) ultimo riservato nel 2004 (chi ha avuto la fortuna di rientrare è già di ruolo e gli altri sono gli abilitati inseriti attualmente nelle g.e.) ) per cui è dal 2004 cioè ben 7-8 anni che la continuità didattica è affidata a personale non abilitato che si vedrebbe ulteriormente scavalcato se non annientato da questa ulteriore presa di posizione.

Ma allora esistono i diritti o no? Mi dispiace ma se siete abilitati in una cl. di concorso vi tenete quella e DOVETE tentare la fortuna nel nuovo TFA come tutti gli altri!"

Versione stampabile
anief anief
soloformazione